MotoGP, meeting Dorna-FIM-Team: le novità sui test

Si è da poco conclusa la riunione tra Dorna, IRTA e FIM per decidere come affrontare i test di preparazione alla stagione MotoGP 2021. Dopo aver annullato i test di Sepang, gli organi responsabili del Motomondiale hanno indetto una riunione eccezionale virtuale con l’IRTA per presentare alle squadre il nuovo programma dei test invernali, fondamentali per arrivare preparati al via della prossima stagione. Queste le ultime novità comunicate.

Test MotoGP, da Sepang a…

Nella giornata di martedì scorso Dorna, FIM e IRTA sono state costrette ad annullare in via definitiva lo Shakedown Test e i test ufficiali di Sepang. La decisone è stata “imposta” dal governo della Malesia, che ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale con nuove e rigide restrizioni (sia nazionali che internazionali) per limitare lo sviluppo della pandemia di Covid-19. Impossibile però pensare di iniziare la stagione senza testare i prototipi e, soprattutto, senza dare la possibilità ai nuovi rookie di abituarsi al trasferimento nella classe regina. Dorna, FIM e IRTA hanno pertanto deciso di spostare il test di shakedown dalla Malesia al circuito internazionale di Losail.

Qatar Losail
Il tracciato di Losail visto dall’alto. Photo Credit: redbull.com

Come è appena stato comunicato dalla pagina ufficiale della MotoGP:

“Il recente incontro tra Dorna e rappresentati delle scuderia MotoGP ha portato alla definizione di nuove date per i test a Losail a marzo: 3-4 marzo: Setup; 5 marzo: Shakedown Test; 6-7 marzo: Test ufficiali; 10-12 marzo: Test ufficiali. Seguiranno maggiori informazioni nel caso di ulteriori aggiornamenti”.

Perché non Jerez o Portimao?

Dopo che i test di Sepang sono stati annullati, alcune indiscrezioni portavano all’ipotesi di trasferire l’evento sul circuito di Jerez de la Frontera o sull’autodromo Internazionale di Algarve. Gli organizzatori del motomondiale hanno preferito invece rimanere lontani dai due tracciati europei per svolgere lo shakedown direttamente in Qatar, qualche giorno prima della sessione collettiva in programma tra il 10 e il 12 marzo. Sono diverse le motivazioni che hanno spinto il circus della MotoGP ad annullare i test ufficiali per insediarsi con anticipo sul circuito di Losail.

Motogp-jerez
Per sostituire Sepang si era pensato ad Jerez (in foto) o Portimao. Alla fine si è deciso saggiamente di virare in Qatar e minimizzare gli spostamenti – Photo Credit: motogp.com

Come prima cosa, il materiale per i test era già in viaggio e dirottare il trasporto verso Jerez o Portimao sarebbe risultato una missione impossibile. In secondo luogo, i prototipi del 2020 resteranno omologati anche per il 2021 con lo sviluppo del motore congelato. Così come rimarranno invariati anche gli pneumatici forniti da Michelin. E, infine, presumendo che il Mondiale 2021 inizierà proprio in Qatar (manca la comunicazione ufficiale) avere già tutto il materiale pronto a Losail non può che essere un vantaggio e un risparmio di costi e tempo.

Un giorno di test in più per i rookie

Aprilia Racing sarà l’unica squadra ad avere le concessioni per il 2021 e potrà schierare i propri piloti ufficiali anche nello shakedown, mentre tutti gli altri costruttori dovranno “accontentarsi” dell’esperienza dei collaudatori. La casa di Noale, inoltre, approfitterà dell’occasione per decidere chi tra Bradley Smith e Lorenzo Savadori prenderà il posto vacante lasciato da Andrea Iannone. I debuttanti nella classe regina Jorge Martin, Enea Bastianini e Luca Marini, invece, avranno un giorno di test in più rispetto a tutti gli altri piloti per prendere confidenza con i nuovi prototipi.

Luca Marini presentazione Ducati VR49
Luca Marini e la sua nuova Ducati MotoGP del team SKY Racing VR46. Per Marini e i colleghi arrivati dalla Moto2 le giornate di test saranno fondamentali per prendere confidenza con i prototipi MotoGP prima dell’inizio del Mondiale 2021 – Photo Credit: Twitter SKY Racing Team VR46

Test invernali MotoGP, il programma di Losail

Queste dunque le date previste per i test invernali 2021 della MotoGP che si svolgeranno sul tracciato di Losail dal 3 marzo:

3-4 Marzo: Setup
5 Marzo: Shakedown (SOLO debuttanti e collaudatori, tranne Aprilia che giova delle concessioni)
6-7 Marzo: Test Ufficiali
10-12 Marzo: Test Ufficiali

Dopo l’incontro tra Dorna, FIM, IRTA e le squadre della MotoGP, il nuovo calendario dei test passerà dunque dai 6 giorni previsti a 5. Per i collaudatori, invece, lo shakedown sarà ridotto drasticamente passando da 3 a un solo giorno di test.

Alberto Gelmi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo precedenteStasera in tv :”Lucy”, Luc Besson stravolge i nostri sensi
Articolo successivoToyota GR010 Hybrid, tolti i veli alla nuova hypercar WEC
blank
Ciao, mi chiamo Alberto e ho 24 anni. Sin dalle scuole medie sono sempre stato affascinato dal mondo delle due ruote, ma è solo nel 2015, all'età di 18 anni, che ho provato sulla mia pelle la magia del primo Gran Premio. Nonostante seguissi già da tempo la MotoGP non ero mai andato oltre alla semplice gara trasmessa in televisione. Così, insieme a un mio grande amico, abbiamo deciso di affrontare la sfida nel migliore dei modi: da Milano al Mugello in sella a un 125cc per un viaggio magico e sentimentalmente infinito: pieno di felicità, emozioni, sorprese e naturalmente... MOTO. Da allora andare in moto e seguire (anche se solo virtualmente) i campioni delle due ruote è diventato una piacevolissima droga. Facendo un salto temporale in avanti arriviamo al presente, o quasi. È infatti nel 2019 che scopro la passione per la scrittura e decido da subito di approfondire la materia. Il lavoro da fare è ancora tanto e faticoso, ma il mio sogno resta quello di scrivere di sport, passione e sacrificio ed è grazie a Metropolitan Magazine se questa "sogno" si sta, giorno dopo giorno, concretizzando.