Sport

Draft 2020, stop al draft clock durante le trade

Come è noto ormai da tempo, a causa della diffusione del coronavirus anche in territorio statunitense, il draft 2020 dovrà necessariamente svolgersi in videoconferenza.

Vista quindi la nuova modalità con cui ciascun team avrà modo di selezionare i giocatori, l’NFL ha intenzione di introdurre delle modifiche per rendere più semplice lo svolgimento del draft stesso.

Stando a quanto riportato da Mike Tannenbaum di ESPN, infatti, l’NFL ha intenzione di non tenere conto del tempo che ciascun team ha per effettuare la propria scelta (draft clock) qualora si vada oltre a tale tempo durante una trade.

Il motivo di tale decisione sta proprio nel fatto che le scelte non verranno fatte dal vivo, bensì con i vari rappresentanti dei team collegati in videoconferenza dalle proprie case. Pertanto, potrebbe capitare il caso in cui un team perda la connessione o abbia un qualsiasi altro tipo di problema tecnico che gli faccia perdere del tempo per riferire la propria decisione.

Come riportato da Clutchpoints, comunque, l’NFL ha intenzione di effettuare una simulazione lunedì 20 aprile.
Questo per evitare inconvenienti durante il draft vero e proprio, che si terrà da giovedì 23 a sabato 25 aprile.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: Von Miller positivo al coronavirusTerry Bradshaw: “Brady il migliore di sempre? Non credo…”

Foto in copertina: Chris Trotman/Getty Images

Back to top button