Esteri

Due donne uccise da uno squalo nel Mar Rosso

Nella località di Sahl Hashish due donne di cui non si conosce la nazionalità, stavano nuotando al largo nel mar Rosso quando uno squalo le ha uccise.

Tragedia nel Mar Rosso: due donne uccise da uno squalo

Due donne uccise da uno squalo nel Mar Rosso

È stata aperta un’indagine per indagare sulla dinamica dell’incidente per determinare le circostanze della morte di due turiste. La notizia arriva direttamente dal ministro dell’ambiente egiziano Yasmine Fouad. Sono state vietate tutte le attività nel luogo e nel circondario dove ha avuto luogo l’accaduto. Sui social è stato diffuso un video di quanto è successo, ma ancora non è attendibile perché bisogna accertare data e ore. Il video riprende una nuotatrice in difficoltà che da un momento all’altro sparisce in una chiazza di sangue.

Il Mar Rosso è una località turistica dove gli squali sono comuni ma molto raramente attaccano le persone.

Lo squalo dell’Egitto

Numerosi sono gli squali che costeggiano quelle zone ma molto raramente succede che attaccano i bagnanti che si mettono in pericolo superando i limiti entro cui nuotare. Un simile episodio si è verificato nel 2018 con un turista ceco, nel 2015 con un turista tedesco e nel 2010 erano stati attaccati 4 turisti. L’ultima tragedia risale al 2020 quando un giovane ragazzo ucraino e una guida turistica egiziana sono stati attaccati.

Seguici su Google News

Sara Mellino

Back to top button