Formula 1

Charles Leclerc, secondo grave errore di Ferrari: nervi tesi al box

Aria tesissima nel box Ferrari, nonostante l’affermazione di Carlos Sainz nel Gran Premio di Gran Bretagna. La gioia dello spagnolo fa da contraltare, infatti, alla furia di Charles Leclerc che si è visto sfuggire la vittoria per colpe non sue. Dopo il pasticcio di Montecarlo, con il box che richiamò in contemporanea le due vetture al cambio gomme togliendo il primato al monegasco padrone di casa, la decisione di non operare la sostituzione dei pneumatici usurati in regime di Safety Car a Silverstone si è rivelata sbagliata. Il pilota spingeva per fermarsi, il muretto gli ha negato questa possibilità. Risultato? Le ruote hanno perso grip e performance ed il ferrarista non è riuscito a difendersi dagli attacchi dei primi tre. Un quarto posto dal sapore acre: Leclerc ha perso una grandissima occasione per tentare di riaprire il Mondiale 2022 di Formula 1. La misura sembra essere colma. Ripercussioni nel rapporto in vista del futuro?

Charles Leclerc, nervi a fior di pelle: Mattia Binotto cerca di correre ai ripari dopo il patatrac

(Credit foto – pagina Facebook Charles Leclerc)

Ho dato tutto fino alla fine, credo si sia visto bene nella battaglia con Perez ed Hamilton, ma sicuramente anche oggi non è stata presa la decisione giusta. Non sono nessuno per chiedere chiarimenti alla squadra, sicuramente è frustante ma non vorrei che la mia delusione oscurasse la felicità per il primo successo di Carlos. È un’altra gara finita senza il risultato che volevamo – ha detto amarissimo Charles Leclerc con la Safety Car ero io al comando, invece si è deciso che la macchina che entrasse per il cambio gomme fosse quella di Carlos, ovviamente per me non è stata la decisione giusta. È stata una gara frustrante. Detto questo non vorrei che il focus fosse sulla mia delusione e non sulla prima vittoria di Carlos che è sempre un momento speciale. Però non posso nascondere la mia delusione. Occasione persa in classifica? È ovvio…

È stata un’occasione persa, senza la Safety Car stava vincendo e ha fatto un garone per come si è battuto. Un quarto posto strameritato, si poteva fare di più ma è stato il frutto anche di circostanze esterne – cerca di gettare acqua sul fuoco Mattia Binotto . Un doppio pit stop non si poteva fare perché non c’era abbastanza distanza ai box, uno dei due avrebbe perso più tempo. Leclerc era davanti e aveva gomme più fresche di Sainz, speravamo in un degrado maggiore delle gomme degli altri ma così non è andata. Cosa ci siamo detti a caldo? Gli ho solo detto di calmarsi, perché ha fatto una grande gara. Sainz? Sono contentissimo per lui, è stato costante dopo aver conquistato la pole ieri, oggi ha ottimizzato il lavoro e fatto il massimo, regalandosi e regalandoci un successo dolce qui a Silverstone“.

(Credit foto – pagina Facebook Charles Leclerc)

Seguici su Google News

Adv

Related Articles

Back to top button