L’attaccante di Vincenzo Montella mette a segno una doppietta che rende meno amaro il ko esterno della Fiorentina alla “Sardegna Arena”. È nata una stellina in Serie A?

L’Aeroplanino Viola cade in terra sarda sotto i colpi della contraerea di Rolando Maran che, in poco più di un’ora di gioco, rifila cinque colpi al velivolo toscana tarpandogli le ali. Quello del Cagliari è un ciclone impetuoso che si abbatte sulla Fiorentina: Radja Nainggolan aizza le folate offensive servendo tre assist al bacio per il primo goal di Marko Rog in rossoblu, confeziona il passaggio per Giovanni Simeone sul 3-0 e assiste Joao Pedro nel 4-0 che chiude definitivamente i giochi. Lo stesso belga, in forma splendida, appone la sua firma marcando, dalla lunga distanza, la rete del 5-0. Nonostante la cinquina incassata, Montella può timidamente sorridere: il talento di Dusan Vlahovic è definitivamente sbocciato.

Dusan Vlahovic: asso nella manica in “serbo”

In un lunch-match nero come la più violenta delle tempeste tropicali, Vincenzo Montella trova una piccolissima soddisfazione in terra sarda: Dusan Vlahovic, attaccante classe 2000, si è sbloccato in Serie A firmando i primi goal in campionato con la maglia della Fiorentina. Una magra consolazione che, in vista del futuro, potrebbe valere moltissimo: il tecnico dei toscani, infatti, potrebbe puntare proprio sull’ariete serbo inverdendo, ancor di più, l’undici di partenza dei Viola.

Ma da dove parte il percorso calcistico del classe 2000? Da Belgrado, casa sua. La giovane punta comincia la sua carriera al Partizan Belgrado dopo esser passato nelle giovanili dello Zemun e del OFK Belgrado. Con i bianconeri della Capitale esordisce in prima squadra a soli 16 anni. Sembra davvero un predestinato ed il viale della crescita del ragazzo non sfugge all’attento occhio della Fiorentina che nel 2016 lo porta all’ombra di Palazzo della Signoria.

Dusan Vlahovic
(Credit: Labaroviola)

Dalla Primavera alla doppietta di Cagliari

Si mette in mostra con la Primavera dei Viola vincendo la Coppa Italia 2018-19 diventando il capocannoniere della competizione. Nel campionato “dei piccoli” risulta spesso letale diventando uno dei top player della categoria. Il 25 settembre 2018 esordisce in Serie A durante un Inter-Fiorentina e parte titolare per la prima volta nel 3-3 sul campo del Sassuolo.

Le buone prestazioni nelle ultime amichevoli estive di ICC portano Dusan Vlahovic perennemente in prima squadra: sigla i primi goal con la maglia della Fiorentina nel 3-1 di Coppa Italia contro il Monza. Oggi il serbo ha conosciuto la gioia nella massima serie siglando una doppietta al Cagliari che, purtroppo per la Fiorentina, non è servita ad evitare la pesante sconfitta.

Vincenzo Montella deve ripartire proprio dal giovane ariete della Serbia U21: Dusan Vlahovic, insieme ai “ragazzi terribili” dei Viola, potrebbe costruire un futuro eccezionale per la nuova Fiorentina di Commisso: a Firenze sperano di aver trovato, anche, un nuovo bomber da idolatrare. E da quelle parti sanno bene quanto sia importante il ruolo dell’attaccante.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA