Cinema

È morta Arlene Dahl, star di western e commedie negli anni Cinquanta

Arlene Dahl si è spenta a 96 anni. La star di “Viaggio al centro della terra” e “Love Boat” è morta ieri a New York. A darne l’annuncio è stato il figlio, l’attore Lorenzo Lamas.

Il teatro, gli amori e i primi ruoli da attrice

Con un post su Facebook e Instagram Lorenzo Lamas ha annunciato la morte di sua madre Arlene Dahl. L’attrice è morta a 96 anni la mattina del 29 novembre, ma le cause del decesso non sono state rese note. Sui social Lamas, anche lui attore di cinema e tv, l’ha voluta ricordare così:

Ricorderò le sue risate, la sua gioia, la sua dignità mentre affrontava le sfide che le si presentavano. Era veramente una forza della natura.

Arlene Dahl era nata nel 1925 a Minneapolis e aveva origini norvegesi. Durante gli anni del liceo si era appassionata al teatro per trasferirsi successivamente a New York, dove aveva lavorato come modella e attrice di Broadway. Il suo primo ruolo in un musical fu nel 1947 dopo un contratto con Warner Bros. In seguito era passata alla casa di produzione MGM. L’attrice ha lavorato per oltre 50 anni tra cinema e tv. Sul piccolo schermo ha fatto la sua ultima apparizione nel 1999 all’interno di un episodio di “Air America”. Al cinema il suo ultimo film risale invece al 1991 con la pellicola “Costretti a combattere”.

La Dahl era famosa anche per i suoi numerosi matrimoni, sei, di cui il primo nel 1951. Per la prima volta si era sposata con l’attore Lex Barker, interprete di “Tarzan“, ma il matrimonio finì dopo 7 mesi. Successivamente si è sposata con un altro attore cinematografico, Fernando Lamas, di origine argentina, da cui ha avuto il figlio Lorenzo nel 1958. Dopo il divorzio da Lamas nel 1960, l’attrice si è sposata altre 4 volte: con l’importatore di vino Alexis Lichine, l’erede del lievito Fleischman Christopher Holmes, l’investitore Rounsevelle Schaum e infine con Marc Rosen, suo marito dal 1984. Da Schaum ebbe anche un figlio, Rousevelle Andreas, nato nel 1970.

La carriera di Arlene Dahl, la star dagli incantevoli capelli rosso fuoco

Il ruolo più importante risale al 1959 con il film “Viaggio al centro della terra“, rivisitazione dell’omonimo romanzo d’avventura di Jules Verne del 1864. Nella pellicola diretta da Henry Levin l’attrice interpretava Carla, la vedova dello scienziato Götaborg, che arriva “al centro della terra” assieme alle star James Mason e Pat Boone. Altra apparizione importante è stata quella in “Tre piccole parole“, film biografico del 1950 sui cantautori Bert Kalmar e Harry Ruby. Qui la Dahl interpretava la moglie di Ruby, Eileen Percy, recitando al fianco del co-protagonista Red Skelton.

Nella sua lunga carriera la Dahl ha inoltre recitato in “Arrivan le ragazze” del 1953, “Prego sorrida!” (1950) di nuovo assieme a Red Skelton e ha interpretato la fidanzata dell’eroe nei film “L’oro dei Caraibi” del 1952, “Giamaica” del 1953 e “I fucilieri del Bengala” del 1954. Dopo essersi ritirata dal mondo del cinema si era dedicata principalmente alla televisione. Qui aveva fatto alcune apparizioni all’interno di serie tv come “Polvere di stelle” del 1965, “Love Boat” negli anni Ottanta e “Renegade” tra il 1995 e il 1997, dove recitava anche suo figlio Lorenzo. Sempre con suo figlio aveva recitato come guest star in “Air America” del 1991, che segna il suo ultimo ruolo da attrice.

Infine si era dedicata anche al settore “beauty” come consulente di bellezza. Aveva firmato un profumo e disegnato indumenti intimi e da ginnastica. Negli anni ‘60 aveva scritto il libro “Chiedi sempre a un uomo: la chiave della femminilità di Arlene Dahl”.

Giulia Panella

Seguici su

Facebook
Instagram

Back to top button