Musica

È polemica ai Grammy, nomination last-minute per Taylor Swift e Kanye West

Dopo il flop della cerimonia nel 2021, si sospetta che i due artisti siano stati inclusi per dare spettacolo. Il New York Times segnala dei retroscena su come sono avvenute le scelte.

Cerimonia dei Grammy, le dispute sono di routine

I Grammy Awards sono i più importanti riconoscimenti della musica americana, e ogni anno si ritrovano al centro di numerose polemiche.
L’anno scorso The Weeknd è stato escluso delle nomination, nonostante il successo dell’album After Hours, e questo episodio non ha solo fatto infuriare i fan ma anche l’artista, il quale annunciò che non avrebbe più permesso alla sua etichetta di essere nominato.

A sostegno di The Weeknd erano scesi in campo numerosi artisti di rilievo come Nicki Minaj, Halsey, e non ultimo Elton John che aveva definito Blinding Lights, estratto dall’album, il miglior singolo dell’anno.
Numerose critiche erano state fatte al sistema dei Grammy, a cui qualcuno chiedeva “maggior trasparenza”.

Quest’anno invece la disputa riguarda l’aumento delle nomination. Prima erano 5, poi 8 e quest’anno ne sono state presentate 10.
Un documento riservato divulgato dal New York Times, rivela che i vertici hanno preso questa decisione proprio all’ultimo minuto aggiungendo Taylor Swift e Kanye West nellla categoria “Album dell’anno”.

I due artisti hanno dei trascorsi da anni, da quando nel 2009 Kanye ha interrotto la premiazione di Taylor agli MTV awards sostenendo che non meritava il premio.
Successivamente i contrasti tra di loro non sono mai mancati; nel 2016 il cantante durante un concerto ha insultato la Swift, e sempre nello stesso anno proprio ai Grammy, Taylor ha lanciato una frecciata a Kanye.
Insomma, tra i due non corre buon sangue, per questo averli nella stessa categoria, Kanye con “Donda” e la Swift con “Evermore”, significa preannunciare fuochi d’artificio.

Quello che si sospetta infatti, è che i due artisti siano stati aggiunti solo per spettacolarizzare l’evento che non ha avuto successo l’anno precedente.
Invece l’amministratore delegato della Recording Academy, Harvey Mason Jr, presentando le nomination ha raccontato di un’occasione “per fare spazio a più musica, più artisti e più generi e per abbracciare lo spirito di inclusione”.
Lo staff ha precisato che le nomination aggiuntive sono semplicemente quelle che hanno ricevuto più voti.

Scontro per la nomination di Marilyn Manson

Un’altra polemica è scaturita dalla nomina del musicista accusato di violenze sessuali.
L’artista che potrebbe ottenere il premio per il contributo dato all’album “Donda” è accusato di abuso sessuale da diverse donne Evan Rachel Wood, Esmé Bianco.

Ma riguardo alla questione Harvey Mason Jr è stato irremovibile: 
“Non limiteremo le persone che possono presentare il loro materiale.
Non guarderemo alla storia delle persone, non guarderemo la loro fedina penale, non esamineremo nient’altro che la legalità all’interno del nostro regolamento, questa registrazione è ammissibile in base alla data e agli altri criteri. Se lo è, può essere presa in esame”.

Non ci resta che attendere con eccitazione la serata dei Grammy del 2022 che sicuramente ha già fatto parlare molto.

Seguici su Metropolitan Magazine:

Adv
Adv
Adv
Back to top button