Ecobonus auto 2020: come ottenere l’incentivo fino a 10 mila euro

L’ecobonus auto 2020 parte con il botto: nel primo weekend di agosto- stando ai dati – pare siano andati in fumo 10 dei 50 milioni di euro che il Decreto Rilancio ha messo a disposizione per gli incentivi sull’acquisto di auto ibride o elettriche. Il bonus è prenotabile sul sito ufficiale del Ministero dei Trasporti entro il 31 dicembre 2020: ecco come fare per ottenerlo.

ecobonus auto 2020

Ecobonus auto 2020: come funziona

Uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia di coronavirus è stato il comparto automobilistico. Le perdite registrate durante il lockdown hanno raggiunto livelli massimi storici e ciò ha comportato un robusto sostegno al settore da parte dello Stato. Il governo, in particolare, ha previsto degli incentivi sull’acquisto di auto ibride o elettriche: con l’ecobonus auto 2020 si possono ottenere sconti fino a 10 mila euro con o senza rottamazione.

Il beneficio – confermato dal Decreto Rilancio con 50 milioni di euro di risorse – riguarda non soltanto le auto a basso impatto ambientale di categoria M1 (ibride o elettriche), ma anche auto Diesel, a benzina e a gas Euro 6 e con emissioni di CO2 fino a 110 g/km. Tuttavia, per poter richiedere il bonus auto 2020 occorre effettuare l’immatricolazione tra il 1° agosto 2020 e il 31 dicembre 2020.

Incentivi auto 2020: i requisiti

Per poter richiedere l’ecobonus auto 2020 è necessario effettuare una spesa massima di 61 mila euro (IVA inclusa) o 50 mila euro (IVA esclusa). Gli incentivi corrispondenti alle fasce di emissione di CO2 seguono la tabella seguente:

  • Per le auto con emissioni di CO2 compresa tra 0-20 grammi al km si può beneficiare di incentivi fino a 10.000 euro con rottamazione oppure fino a 6.500 euro senza rottamazione;
  • Per le auto con emissione di CO2 compresa tra 21 e 60 grammi al km l’incentivo scende a 6.500 euro con rottamazione oppure 3.500 euro senza rottamazione;
  • Per le auto con emissioni di CO2 tra i 61 e i 110 grammi al km lo sconto previsto è pari a 3.500 euro con rottamazione oppure 1.700 euro senza rottamazione.

Per poter richiedere il beneficio occorre chiedere direttamente al rivenditore di accedere al sito del Mise e farsi carico della pratica. Entro 180 giorni dalla data di acquisto occorre confermare la prenotazione allegando tutti i documenti necessari e comunicando la targa del veicolo acquistato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA