Emiliano Sala: conferme agghiaccianti. Il padre: “Un incubo!”

Foto dell'autore

Di Andrea Mari

La tristissima vicenda che ha coinvolto Emiliano Sala, calciatore del Nantes passato al Cardiff City nella sessione invernale del calciomercato, potrebbe essere archiviata con il più triste degli epiloghi.

L’attaccante argentino era in volo con un aereo privato diretto a Cardiff, sede che ospitava il suo nuovo club. Un’avventura professionale nuova che Sala non potrà mai vivere: dopo aver scovato i resti del piccolo jet, gli investigatori britannici hanno individuato un corpo visionando le immagini sottomarine del relitto. Il velivolo che trasportava il giocatore si è schiantato nel Canale della Manica due settimane fa diventando una trappola mortale per Sala e David Ibbotson, lo sfortunato pilota.

Il relitto dell’aereo che trasportava sala (Air Accident Investigation Branch)

Proprio l’Air Accident Investigation Branch, l’ente che si occupa delle indagini, ha confermato la notizia: “Tragicamente, nelle riprese video del Rov, tra i rottami si vede un occupante.” Ieri, l’aereo era stato individuato sul fondale della Maniaca a circa 24 miglia a nord di Guernsey. Il punto in cui è stato trovato il Piper Malibu è presidiato, le famiglie sono state immediatamente avvertite.

Le ricerche private, quindi, hanno prodotto dei risultati immediati: David Mearns, specializzato nel ritrovamento di relitti marini, ha affidato al social network la divulgazione delle ultimissime notizie. Purtroppo, si assottigliano sempre di più le speranze di vedere Sala ancora in vita. I contatti con il calciatore si sono bruscamente interrotti lo scorso 21 gennaio.

La disperazione del padre

La notizia è arrivata in tutta la sua crudezza alla famiglia del povero giocatore ex Nantes. Horacio Sala, padre di Emiliano, ha rilasciato una breve dichiarazione a Cronica TV sull’uscio di casa a Santa Fe. Ecco cosa ha detto: “Ancora non ci credo. È un brutto sogno, sono disperato. Ho comunicato coi ricercatori tutti i giorni, ma non è facile mettersi in contatto. Mi hanno detto che i giorni passavano e non c’erano notizie di Emiliano o dell’aereo”.

Come tutti, attendiamo sviluppi in questa triste vicenda che ha scosso il mondo del calcio…

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter autore

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia