Moda

Emily Ratajkowski e Maluma: i nuovi volti di Versace eyewear

La nuova collezione Primavera Estate eyewear di Versace ha scelto come nuovi volti per la campagna pubblicitaria Emily Ratajkowski e Maluma. Due personalità grintose e dirompenti in linea con il brand e specialmente con l’iconico modello di occhiali da sole Medusa Biggie.

Emily Ratajkowski e Maluma sono i nuovi volti per la campagna eyewear Primavera-Estate di Versace

Fin dagli albori, Versace ha collaborato con personalità di spicco del mondo dell’hip hop per rappresentare i suoi occhiali da sole più iconici. Lo stile della maison si è consolidato nel tempo anche grazie a personaggi di stile come The Notorious B.I.G. e Tupac che hanno indossato volentieri il modello più emblematico proposto da Versace: il Medusa Biggie. Gli occhiali da sola con l’inconfondibile logo di medusa d’oro hanno trovato il loro splendore specialmente durante gli anni ’80 e ’90, quando la cultura hip-hop stava prendendo sempre più piede negli Stati Uniti.

Quest’anno Versace ripropone per la sua collezione eyewear Primavere-Estate il modello Medusa Biggie e ha scelto come volti due personalità grintose e dirompenti che possano rappresentare a pieno lo stile della maison. Emily Ratajkowski e Maluma si sono prestati agli scatti dei fotografi Mert Alas e Marcus Piggott della casa di moda italiana. Un simbolo del lusso sfacciato e ostentato che in diverse colorazioni neon e una versione bianca, i nuovi Medusa Biggie sono i protagonisti di questa stagione firmata Versace.

Il modello Medusa Biggie

Dallo stile inconfondibile, i nuovi modelli eyewear Versace si compongono di acetati dalle tonalità vivaci e inserti metallici di color oro rivisitati. Una silhouette oversize che regala un tocco di audacia ad un occhiale tra i più amati della casa di moda. Ecco come si espone a riguardo la maison:

“Le proposte sono audaci e grintose, in linea con i due protagonisti, il nuovo stile dell’intera stagione e la cultura fotografica di Versace, da sempre improntata su immagini che lascino il segno e durino nel tempo”.

Camilla Tecchio

Back to top button