Motomondiale

Enea Bastianini, manager su Ducati: “Creato dualismo con Pecco”

Sarà una delle tematiche ricorrenti di questo Motomondiale 2023. Il dualismo in Ducati tra il campione del mondo Francesco Bagnaia ed Enea Bastianini, il giovane rampante arrivato dalla Gresini Racing e voglioso d’imporsi spesso sul primo gradino del podio, potrebbe caratterizzare la convivenza nel box di Borgo Panigale che lo scorso anno era in assoluta armonia grazie alla presenza di Jack Miller. Ma sarà sicuramente battaglia tra i due italiani e, soprattutto, farà bene questa rivalità? Carlo Pernat, agente della Bestia, si è sbottonato in una recente intervista su questa tematica.

Le parole di Carlo Pernat, agente di Enea Bastianini

Enea Bastianini, manager su Ducati: "Creato dualismo con Pecco"
(Credit foto – pagina Facebook Enea Bastianini)

È stata costruita dalla Ducati inconsciamente – ha detto il manager di Enea Bastianini ai microfoni di “Sportaction” -. Ad un certo momento si è parlato di gioco di squadra, ma in quel momento è stato creato un dualismo. Enea si stava giocando il Mondiale o perlomeno le prime tre posizioni. In ambito finanziario vale tanti tanti soldi. Molte volte ho chiesto a Ducati di garantirci almeno il terzo posto, ma c’è stato sempre un rimandare. Enea è uno tosto, non ci sta e non ci starà ai giochi di squadra. Sono due piloti completamente diversi: Bagnaia è veloce e costante, Bastianini è più alla Stoner, un funambolo, sorpassa pulito ma nei momento in cui è più difficile passare. Sarà una bella battaglia, ma è normale“.

Seguici su Google News

Back to top button