Eros Ramazzotti Live | Roma 12.03.19 [Report + Photogallery]

Continua il tour europeo che vede protagonista Eros Ramazzotti nei palazzetti. Ieri (12 marzo 2019) la prima delle 4 date romane del “Vita ce n’è tour” la tournée che vede Ramazzotti portare in giro per l’Europa l’ultimo album di inediti e tutti i suoi grandi classici. La location, ovviamente è quella del palazzetto dello sport – Palalottomatica di Roma, adibito per la grande occasione.

21:10 circa e si parte! L’inizio è di quelli forti… infatti si parte subito con il brano “Vita ce n’è” per poi passare al brano “Per il resto tutto bene” e concludendo il primo terzetto con “Stella gemella” uno dei grandi capolavori di Ramazzotti.

Così per tutto il concerto Eros alterna i singoli presenti ne l’ultimo album con i suoi grandi classici. I suoi indimenticabili evergreen e così il pubblico presente nel palazzetto può passare tranquillamente – e grazie anche al doppio medley proposto – da “Adesso tu” a “Un’emozione per sempre”, da “L’Aurora” (canzone scritta per la figlia) a “Dove c’è musica”, “Terra Promessa” e “Una storia importante” fino all’ultimo singolo estratto “Per le strade una canzone” feat. Luis Fonsi

Eros Ramazzotti © Giusy Chiumenti
Eros Ramazzotti © Giusy Chiumenti

Divertente energico, con un occhio al sociale e “contro” la tecnologia… infatti, nel mezzo dello show, come capitato già al suo collega Ermal Meta, anche Eros “ammonisce” il suo pubblico per l’uso spasmodico del cellulare durante il concerto.

Nessun ospite se non un Luis Fonsi “virtuale” nel brano “Per le strade una canzone”, ma solo una super band e due coriste eccezionali con la quale lo stesso Eros ha anche duettato. La band composta da: Luca Scarpa, Giovanni Boscariol, Giorgio Secco Christian Lavoro, Paolo Costa, Corey Sanchez, Eric Moore Scott Paddock. Monica Hill e Giorgia Galassi nei cori.

Eros dimostra di non aver perso lo smalto dopo più di 35 anni di onorata carriera. Due ore di grande spettacolo dove il pubblico ha risposto alla grande, canzone dopo canzone. Sensazionale anche il gioco di luci e gli effetti che hanno accompagnato Eros sul palco. In conclusione, un concerto da non perdere e fortunatamente sono ancora tante le date per assistere Eros Ramazzotti dal vivo in giro, per tutta l’Europa.

La scaletta del tour

Setlist soggetta alle variazioni concerto per concerto:

  1. Vita ce n’è
  2. Per il resto tutto bene
  3. Favola
  4. Stella gemella
  5. Ho bisogno di te
  6. Terra promessa
  7. Dove c’è musica / L’ombra del gigante
  8. Un attimo di pace / Un’emozione per sempre / Quanto amore sei
  9. I Belong to You
  10. In primo piano
  11. Adesso tu / L’aurora / Una storia importante (versione acustica)
  12. Ti dichiaro amore
  13. Due volontà
  14. Buonamore
  15. Il buio ha i tuoi occhi
  16. Più che puoi 
  17. Un’altra te
  18. Se bastasse una canzone
  19. Per le strade una canzone
  20. Fuoco nel fuoco
  21. Musica è
  22. Cose della vita
  23. Avanti così
  24. Più bella cosa

Le date del tour europeo

Questi sono i prossimi appuntamenti per assistere al live di Eros Ramazzotti in tutta Europa:

  • 13 Roma, Palalottomatica
  • 15 Roma, Palalottomatica
  • 16 Roma, Palalottomatica
  • 19 Lyon, Le Halle Tony Garnier
  • 21 Madrid, Palacio Vista Alegre
  • 23 Barcelona, Palau St. Jordi
  • 25 Zurich, Hallenstadion
  • 28 Paris, Accorshotel Arena
  • 31 Brussels, Forest National
  • 1° aprile Brussels, Forest National
  • 3 Amsterdam, Ziggo Dome
  • 5 London, Eventim Apollo
  • 7 Marseille, Le Dome
  • 9 Geneva, Arena
  • 11 Leipzig, Arena
  • 13 Mannheim, Arena
  • 15 Vienna, Stadthalle
  • 24 settembre Belgrade, Stark Arena
  • 27 Athens, Faliro Pavilion
  • 30 Skopie, Boris Trajkovski Vip Arena
  • 3 ottobre Sofia, Arena Armeec Hall
  • 5 Bratislava, O’Nepela Arena
  • 8 Kiev, Sport Palace
  • 11 Moscow, Crocus Hall
  • 13 St. Petersburg, Ice Palace
  • 15 Helsinki, Hartwall Arena
  • 18 Kaunas, Zalgirio Arena
  • 20 Warsaw, Torwar Hall
  • 22 Prague, O2 Arena
  • 24 Budapest, Arena
  • 27 Copenaghen, KB Hallen
  • 30 Stockholm, Ericsson Globe

Photogallery : © Giusy Chiumenti