Calcio

Euro 2020, Finlandia e Macedonia del Nord al ballo delle debuttanti

Adv

Euro 2020, Finlandia e Macedonia del Nord alla prima, storica, chiamata nella fase finale degli Europei. Due storie incredibili che accomunano due movimenti calcistici che, fin qui, non erano mai riusciti ad arrivare così lontano nella competizione più importante riservata alle Nazionali del Vecchio Continente. Un Paese nordico ed un altro incastonato nel cuore della Penisola Balcanica. Due popoli che, tra pochi giorni, vivranno sulla loro pelle uno storico esordio reso possibile da due cammini davvero splendidi. Nel calcio, come nella vita, a volte i sogni si avverano sul serio.

Euro 2020, Finlandia e Macedonia del Nord: ecco come si è realizzato il sogno

La Nazionale finlandese è stata una delle avversarie dell’Italia di Roberto Mancini durante le Qualificazioni ad Euro 2020. I finnici hanno beffato squadre più attrezzate ed esperte (come Bosnia e Grecia) accaparrandosi la seconda piazzola dietro al rullo compressore italiano. La Finlandia, nel Gruppo J, ha messo insieme 14 punti frutto di sei vittorie, zero pareggi e quattro sconfitte. Una compagine, insomma, che non conosce mezze misure. Più tortuosa, ma non meno godereccia, l’ammissione alla fase finale della Macedonia del Nord: dopo aver concluso il Girone G al terzo posto con 14 punti incassati (quattro vittorie, due pareggi e quattro sconfitte), la formazione di Igor Angelovski ha sconfitto nei playoff la Georgia grazie alla rete griffata dall’eterno Goran Pandev.

I rispettivi gironi della fase finale

Adesso, ovviamente, arriva il difficile. Ma poco importa, alla fine: la vittoria più bella è essere presenti per la prima volta nella storia ad una fase finale di un campionato europeo di calcio dedicato alle Nazionali più in vista del Vecchio Continente. Chiaramente, entrambi i Commissari Tecnici vorranno farsi valere sperando di non accantonare il sogno troppo presto. Le due cenerentole di questo torneo, però, sono state inserite in raggruppamenti davvero complicati: la Finlandia dovrà vedersela con Belgio, Danimarca e Russia; la Macedonia del Nord con Austria (già affrontata nelle qualificazioni), Olanda e Ucraina. Due gruppi davvero complicatissimi che potrebbero riservare pochissime gioie alle Nazionali pronte ad animare i loro rispettivi balli delle debuttanti. Comunque vada, questa estate verranno scritte pagine di storia dei due piccoli movimenti calcistici. Buona fortuna ad entrambe!

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Adv
Back to top button