Calcio

Euro 2020, Francia: il peso di essere la favorita

Adv

La Francia si presenta a Euro 2020 come campione in carica del Mondiale di tre anni fa e come principale favorita per il successo anche in questa competizione. La squadra guidata da Deschamps può vantare un organico di livello assoluto, consistente nel giusto mix tra esperienza e freschezza.

La Nazionale francese arriva a Euro 2020 da favorita, considerando sia la qualità dei convocati di Deschamps sia i successi della squadra nelle ultime competizioni internazionali. La vittoria a Russia 2018 ha dato consapevolezza ai Bleus, che ora sperano in un clamoroso double. Lo stesso commissario tecnico ha sottolineato che non bisogna nascondersi e che in virtù del titolo mondiale sicuramente arrivano a questa competizione come i maggiori indiziati per la vittoria finale. Una rosa piena di campioni e che ha già dimostrato di saperci fare: giovani talenti già in rampa di lancio ad altissimi livelli e calciatori esperti che garantiscono la maturità necessaria in questi tornei.

I convocati e il possibile undici titolare

La vera grande novità delle convocazioni per Euro 2020 è il ritorno a sette anni dall’ultima volta di Karim Benzema. Il centravanti del Real Madrid va quindi a completare un reparto offensivo da paura: il tridente titolare vedrà l’ex Lione assieme a Griezmann e Mbappé. In panchina Giroud, Coman, Dembelé, Ben Yedder e Thuram. Il centrocampo vedrà invece molto probabilmente partire dall’inizio Pogba, Kanté e Rabiot, con Tolisso, Sissoko e Lemar pronti a subentrare. Già in questi due reparti la nazionale francese vanta alcuni tra i migliori interpreti al mondo, ma anche la difesa può vantare dei pezzi da novanta; Pavard, Koundé, Varane ed Lucas Hernandez formeranno il quartetto titolare. In porta Lloris, con Mandanda e Maignan pronti eventualmente a sostituirlo.

Ecco il possibile undici titolare: (4-3-3) Lloris; Pavard, Koundé, Varane, Hernandez; Pogba, Kanté, Rabiot; Griezmann, Benzema, Mbappé.

Il percorso della Francia per Euro 2020

Le Qualificazioni per Euro 2020 hanno visto la Francia dominare il Gruppo H, che si è concluso con la squadra di Deschamps in prima posizione a 25 punti. Venticinque anche i gol fatti, con sole 6 reti subite; l’unico neo di questo girone per i Bleus è stata la doppia sfida con la Turchia, da cui non sono mai usciti vittoriosi (una sconfitta e un pareggio). Protagonista assoluto Olivier Giroud, miglior marcatore dell’intero gruppo con sei reti messe a segno. La Francia può anche vantare un ottimo percorso in Nations League, dove ha chiuso da imbattuta e al primo posto, qualificandosi alle Final Four. La squadra, arrivata seconda nell’ultima edizione casalinga, avrà già una montagna ripida da scalare nei gironi della fase finale; Germania, Portogallo e Ungheria saranno gli avversari da affrontare nelle prime tre gare.

Deschamps: l’obiettivo è superarsi

Il Commissario Tecnico francese è da nove anni alla guida della sua Nazionale e può vantare un percorso di crescita notevole avvenuto sotto la sua guida. Dopo l’uscita ai Mondiali del 2014 ai quarti di finale, Deschamps ha portato una squadra giovane alla maturità, arrivando fino in finale agli Europei del 2016. Il secondo posto non ha macchiato però il lavoro dell’allenatore e dell’intera compagine, che ha poi trionfato meritatamente a Russia 2018. Il gioco offerto dalla Francia non era sicuramente tra i più piacevoli, ma solidità, compattezza e giusta connessione tra i grandi campioni in campo ha determinato il successo finale. Ora un’impresa ancora più difficile: ripetersi e quindi superarsi.

Una stella per ruolo: i punti di forza dei Bleus

I punti di forza della Francia si concentrano nella grande qualità dei convocati e nella ricchezza di alternative a disposizione di Deschamps. Una stella per ogni ruolo: Lloris per la porta, Varane in difesa, con il giovane Koundé che ha già mostrato la giusta personalità. Il centrocampo ha un protagonista diverso dal 2018; non che Pogba abbia perso lo smalto, ma per il percorso in Champions League, N’Golo Kanté può sicuramente essere l’elemento in più. Il reparto offensivo è poi quello che più spaventa le altre compagini e che segna il gap, rendendo la Francia la favorita. Il solo fatto di poter schierare assieme Mbappé, Benzema e Griezmann insieme rende la squadra come la maggior indiziata al successo finale.

Francesco Ricapito

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Seguici su Metropolitan Magazine

Credits: UEFA EURO 2020 Facebook

Adv
Adv
Adv
Back to top button