Calcio

Euro 2020, Lady Cerci contro lady D’Ambrosio sui social: “Non sto più zitta”

Botte da orbi su Instagram, il famoso social network dedicato alle fotografie. Nel giorno di Turchia-Italia è andata in scena un’altra, inattesa, sfida che ha trovato terreno fertile sul social. Lady Cerci contro lady D’Ambrosio: questo il duello rusticano animato, almeno ieri, dalla dolce metà di Alessio Cerci che si è scagliata contro la controparte legata a Danilo D’Ambrosio.

Lady Cerci contro lady D’Ambrosio: il poker polemico di storie su Instagram

Lady Cerci contro lady D’Ambrosio, ecco le storie di Federica Riccardi contro Enza De Cristofaro: “Ho aspettato prima di decidere se fare o no questa storia. Ho aspettato e riflettuto. Si dice che all’ignoranza e alla cattiveria si risponde con il silenzio. Tante volte l’ho fatto. Poi però qualcosa mi manda in tilt. E quel qualcosa riguarda i miei figli. Ho già mandato giù parole, post e storie passate che toccavano mio figlio. Addirittura nel giorno della sua nascita. Poi ho sperato che il tempo facesse capire a certa gente che non volevo essere più disturbata. E l’ho detto più volte che volevo essere lasciata in pace. E siccome dopo anni vedo che il messaggio non è stato ben recepito, eccomi qui. Se certe bassezze le ho accettate per me, non permetto più in nessun modo che intralcino nemmeno per errore uno dei miei figli”.

L’attacco continua: “Perché scrivere cattiverie ingiustificate dopo aver visto un bambino festeggiare felice il suo papà è da bestie, e le bestie non toccano i miei bambini. Perché mio figlio lancia i coriandoli e crede che il suo papà sia il migliore del mondo anche senza aver vinto nulla. Perché guardate come sono le persone eternamente insoddisfatte e marce dentro. Infelici e perfide anche dopo la loro miglior vittoria. E per concludere mi abbasso fino ai tuoi stessi livelli. Sai, la vita è una ruota. Oggi a me, domani a te. Ho saputo che preparavi le valigie per l’Europeo perché sono anni e anni che sogni questa foto da aggiungere alla tua collezione della vita perfetta“.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Adv
Back to top button