Basket

Eurolega basket, Virtus Bologna spegne la luce: vince Lione

Una sconfitta “inspiegabile” per le V Nere emiliane. L’Eurolega basket si dimostra ancora una volta matrigna con la Virtus Segafredo Bologna che cade in casa contro Asvel Lione nella sesta giornata della massima competizione europea dedicata ai migliori club di pallacanestro del Vecchio Continente. I francesi ringraziano gli avversari italiani per l’improvviso down patito dall’inizio del secondo tempo: una buona prima frazione di gara, infatti, non è bastata ai ragazzi di Sergio Scariolo per portare a casa la vittoria.

Virtus Bologna, sconfitta “inspiegabile” in Eurolega basket: il bilancio adesso è fortemente negativo

Quattro punti di Teodosic, tredici di Lundberg e sette di Shengelia. Vantaggio di più diciannove punti che sembrava essere la migliore delle polizze assicurative. Nulla di tutti questi numeri estremamente positivi, però, sono serviti alla Virtus Segafredo Bologna per vincere la sfida numero sei dell’Eurolega di basket. Un primo tempo al limite del perfetto, infatti, si tramuta inspiegabilmente in una clamorosa debacle negli ultimi due quarti di gara: Lione prende fiducia, sospinto dalla confusione degli emiliani, recupera e porta via una preziosa affermazione per 79-84. Nell’incredulità di un PalaDozza che ha assistito all’ascesa e alla lenta discesa dei propri beniamini. Sono quattro le sconfitte delle V Nere in sei partite: il bilancio comincia a farsi pesante.

Le parole di Sergio Scariolo al termine dell’amara sconfitta

Ecco cosa ha detto coach Sergio Scariolo alla fine della partita persa dalla sua Virtus Bologna contro Asvel Lione:

Congratulazioni all’Asvel. Ci sono state due partite completamente diverse. Faccio fatica a capire cosa sia successo nel secondo tempo. Dopo i primi due ottimi quarti siamo rientrati in campo molli, in particolare in difesa, non abbiamo messo pressione, non abbiamo commessi falli. E partendo dalla cattiva difesa anche l’attacco ha smarrito brillantezza e sono aumentate le palle perse. Abbiamo perso, ma siamo all’inizio della stagione. Abbiamo capito una volta di più che in Eurolega non esistono partite facili, non bisogna mai mollare. Cordinier ha giocato poco per scelta tecnica perché abbiamo scelto altri quintetti. Shengelia ha terminato la partita con il fiatone, abbiamo provato a dargli minuti, ma ovviamente deve recuperare la migliore condizione“.

Seguici su Google News

Back to top button