F1, Toto Wolff e la mala pubblicità delle PU

F1 Wolff PU
Toto Wolff, Team Principal Mercedes-AMG F1 – Photo Credit: Formula 1 Twitter

La F1 secondo Toto Wolff non sta mettendo in mostra le qualità delle attuali PU, ovvero le Power Units che dal 2014 spingono le monoposto della massima serie automobilistica. In realtà si dovrebbe pubblicizzare di più la tecnologia ibrida, e non solo per salvaguardare gli investimenti fatti in questi ultimi anni.

F1 Wolff PU – La terza via

Gli attuali propulsori ibridi presenti in Formula 1 hanno raggiunto prestazioni senza dubbio impressionanti. Superata con successo la questione del rumore, poco amato agli esordi, gli ingegneri in forza ai vari costruttori sono riusciti a raggiungere potenze molto elevate (siamo nell’ordine dei 1000 CV) e a garantire pochissime rotture meccaniche. Ciò però è stato fatto con investimenti davvero enormi, i quali fin da subito hanno allontanato alcuni grandi marchi dell’automotive. A parte Mercedes, Renault e Ferrari, solo Honda ha provato l’impresa, riuscendo a raggiungere una buona competitività solo a partire dal 2019. Nonostante questo però il costruttore giapponese lascerà alla fine del prossimo anno.

F1 Wolff PU
La Power Unit Honda del 2017 – Photo Credit: Honda Racing F1 Twitter

Tale decisione dimostra come la casa dell’Ala Dorata avesse dei dubbi non solo per l’attuale forma dei motori, ma anche per quella che arriverà nel 2026. Alcuni vedono il motivo nella scelta di puntare sui carburanti sintetici, ma per Wolff questo non è un problema, piuttosto un punto forte. La F1 che ha permesso alla Mercedes di vincere si fonda sull’ibrido, perciò mantenere un’architettura simile affiancata da nuovi carburanti potrebbe giustificare la futura permanenza dei tedeschi nella serie. In seconda istanza si garantirebbe anche la specificità della Formula 1 in un mondo dove l’elettrico riceve sempre più sostegno ed interesse.

Le parole di Toto Wolff

Vi lasciamo di seguito le dichiarazioni di Wolff, Team Principal della Mercedes F1, rilasciate sulle pagine di Motorsport.com.

“Penso che non stiamo raccontando molto bene la storia dei motori ibridi. Con il 50% dell’efficienza termica e con la complessità e la tecnologia che esiste in queste vetture, come il recupero di energia (attraverso l’energia cinetica o i gas di scarico) e le batterie che utilizziamo, siamo una buona vetrina per l’ibrido”. Toto Wolff

F1 Wolff PU
Toto Wolff assieme a Niki Lauda – Photo Credit: Mercedes-AMG F1 Twitter

Sulla prossima generazione di motori, ecco come si è espresso.

“La prossima iterazione della Power Unit, in qualsiasi forma sia, dovrà fornire un ancor più efficiente recupero d’energia ed un più sostenibile sistema di propulsione. Sappiamo che dobbiamo guardare anche al contenimento dei costi. Non vogliamo fare gli stessi errori che stiamo commettendo con le attuali PU: desideriamo assicurarci qualcosa di innovativo, sostenibile, potente, efficiente e ad un costo contenuto”. Toto Wolff

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/763761317760397
NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

© RIPRODUZIONE RISERVATA