Motomondiale

Fabio Quartararo, l’ex campione rimpiange Maverick Vinales

L’annata di Yamaha non è stata eccezionale: la Casa giapponese, assoluta dominatrice del 2021, non è riuscita a confermare i suoi due alfieri al comando delle operazioni in MotoGP e Superbike con Ducati che ha giocato ad “asso pigliatutto” posizionando in vetta alle due graduatorie Francesco Bagnaia e Alvaro Bautista. A recriminare amaramente, nel Motomondiale, è Fabio Quartararo che sperava di possedere una moto più performante maledicendo, inoltre, l’assenza di Maverick Vinales dal box.

Le parole di Fabio Quartararo

MOTOGP Fabio Quartararo
(Photo credits: Monster Energy Yamaha MotoGP)

La Ducati ha firmato un finale di stagione incredibile. Invece noi non abbiamo fatto un solo passo avanti. L’unica cosa nuova che ho avuto per tutta la stagione è un forcellone. A causa del Covid lo sviluppo del motore si è fermato per 18 mesi – ha sottolineato Fabio Quartararo ai microfoni di Moto Revue Magazine -. Mi aspettavo di avere qualcosa di nuovo per l’inizio dell’anno, pensavo che i giapponesi si fossero presi del tempo per prepararsi, per migliorare la nostra prestazione. In Giappone avremmo dovuto provare la gomma dura al mattino, in Thailandia abbiamo commesso un errore con la gomma anteriore e la pressione delle gomme. Al Mugello tutti erano soddisfatti perché sono arrivato secondo. Ho avuto l’impressione che nessuno si rendesse conto del casino in cui ci trovavamo. Quando gli altri sono progrediti, noi siamo rimasti ferm. Pur sapendo di avere più potenziale di prima per vincere, la mia moto non me l’ha permesso. Da quando Maverick Vinales non è più nel team, la moto non è più competitiva“.

(Credit foto – MotoGP)

Seguici su Google News

Back to top button