Gossip e Tv

Fabrizio Lucci, chi è il direttore della fotografia e fidanzato di Vittoria Puccini

Fabrizio Lucci, direttore della fotografia che ha lavorato in numerose produzioni televisive e cinematografiche come “Immaturi” e “Don Matteo” è il compagno di Vittoria Puccini, attrice che vedremo stasera nei panni di Arianna Comani protagonista della serie tv “La Fuggitiva” in onda su Raiuno a partire dalle 21:30

Nato nel 1961 a Roma, è attivo nel settore da oltre 25 anni. Il suo primo lavoro è “Dio Vede E Provvede” serie tv del 1996, con protagoniste Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti. Grande amico di Paolo Genovese, collabora con il cineasta romano dal 2011 anno nel quale usciva nelle sale “Immaturi”, curando la fotografia anche delle pellicole successive. Per “The Place” ottiene nel 2018 la nomination ai “David Di Donatello”

Fabrizio Lucci e Vittoria Puccini, insieme dal 2013

Nota è la sua collaborazione con l’attore e regista Leonardo Pieraccioni, per cui ha diretto la fotografia di “Se son rose…” nel 2018 e “Un fantastico via vai “nel 2013. Nel 2013 sul set della fiction “Anna Karenina” conosce Vittoria Puccini, con la quale instaura una relazione arrivata all’ottavo anno. L’attrice con il direttore della fotografia ritrova il sorriso dopo la storia con Alessandro Preziosi chiusa nel 2010. Su Fabrizio Lucci la 39enne fiorentina ha dichiarato:

Con Fabrizio, ho capito che l’amore non è necessariamente patema d’animo e sofferenza in attesa di un inevitabile dolore. Fabrizio non è mai stato sposato, non ha avuto figli. Mi ripete sempre che aspettava me. Mi sento finalmente appagata e in pace.” (fonte dilei.it)

I due si mostrano felici insieme sui social dove

Seguici su

Facebook

Instagram

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Back to top button