Fair play, le squadre più “cattive” sono Empoli e Pink Bari

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

Fair play eccellente, grande squadra e ottimo risultato in termini di gioco. È il complimento calcistico più ambito perché per un fuoriclasse la tecnica è indiscussa. Il cartellino invece, è voce dell’offensiva e le valutazioni delle calciatrici variano in base alle performance in campo.

Fair play, Empoli e Pink Bari le squadre con più ammoniti.

Fair play significa rispettare la propria squadra e quella avversaria. Quest’anno il primato delle “cattive” in questa prima parte di campionato oscilla tra Empoli e Pink Bari con una posizione in classifica statistica piuttosto scomoda. Ad oggi contano diciotto ammonizioni ciascuna, seguite dal Napoli a quota quattordici più un cartellino rosso, al contrario invece della Fiorentina che sta facendo molto bene, con sole 9 sanzioni. In fondo a questa particolare classifica, si trova invece il Sassuolo con sole 4 giocatrici ammonite.

L’Empoli, con quattro vittorie e un pareggio su otto partite finora giocate, sta conducendo un buon campionato, ma rischia penalità sui punteggi al FantaWomen e voti bassi in pagella. Con un’espulsione già all’attivo può compromettere l’andamento dei prossimi incontri, grosso rischio dato che la Fiorentina gli sta col fiato sul collo occupando il quarto posto subito dopo. Sarebbe un vero peccato, ma bisognerà vedere cosa accadrà nei prossimi match.

Più critica invece la posizione per le ragazze della Pink Bari che attualmente si trovano al penultimo posto in zona retrocessione con una sola vittoria in otto partite disputate e di certo la statistica non è a favore. La Pink Bari è l’unica società meridionale a rappresentare il Sud Italia e sarebbe un bel traguardo risollevarsi, continuare a far crescere il patrimonio sportivo del territorio e contendersi titoli di rilievo.

È un augurio e un messaggio di grande sportività, per calciatrici agguerrite di energia e gioco di squadra. Per rompere gli schemi, rispettando tattica e schema di gioco. Affinché siano tutte un modello di fair play, proprio come la Fiorentina di quest’anno.

Mariarosa Francescone

Seguici su Metropolitan Magazine

Seguici su Facebook