Ferrari e la scommessa Sainz-Leclerc

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

Sainz e Leclerc, la carta vincente di Ferrari per scampare all’imminente destino incerto in F1. Le speranze sono riposte in loro, sempre se questa carta viene giocata bene. I due giovani si sono calati nell’abitacolo della SF71H durante i test Ferrari a Fiorano. Positive le impressioni di entrambi i piloti che sono chiamati a a fare il miracolo; una posizione non facile la loro. Riusciranno nell’impresa? Questa è una vera scommessa.

Il debutto di Sainz sulla Ferrari SF71H

I test hanno avuto luogo sul Circuito di Fiorano e, in questa occasione, lo spagnolo Carlos Sainz ha avuto modo di prendere le misure a bordo della Ferrari SF71H. Prima dei test a Maranello, Carlos aveva fatto pratica con la Rossa solamente al simulatore Ferrari, che non è molto considerando i pochi giorni dei test pre-stagionali (saranno solo tre) a disposizione dei piloti di Formula 1.

Carlos Sainz test Ferrari Fiorano
Carlos Sainz durante i test sul Circuito di Fiorano – Photo Credit: Ferrari Media Center

In casa Ferrari pare che lo spagnolo abbia stupito la sua nuova squadra per la velocità di apprendimento e adattamento alla guida di una monoposto completamente diversa a quella a cui era abituato. Ricordiamo che non si tratta solo di capacità di guida e memorizzazione dei pulsanti sul volante, mappature ecc., ma anche di contatto continuo con ingegneri e meccanici a cui deve render conto tessendo una buona sintonia ai fini di poter ottenere buoni risultati durante la sua nuova in carriera in rosso.

Carlos Sainz è una carta vincente perché…

E mentre il pubblico salutava con commozione Sebastian Vettel, sembra non sia dispiaciuto affatto l’ingresso di Carlos Sainz. Anzi, pare che la “Squadra dei Carli” sia una coppia che scoppia. Non solo per l’omonimia internazionale, sempre più principesca, ma anche per quello che trasmette Carlos sia al pubblico, che alla squadra. Al primo, grande positività mentre alla seconda un bel bagaglio di esperienza che di certo non guasta.

Sainz Fiorano Ferrari SF71h
Carlos Sainz a bordo della Ferrari SF71H a Fiorano – Photo Credit: Ferrari Media Center

Nonostante la giovane età (26 anni, classe 1994) Carlos è già passato per 3 diverse scuderie: da Toro Rosso, poi Renault e, infine, l’appena congedata McLaren. Questo può essere utile alla stessa Ferrari per analizzare differenze e studiare nuove modalità competitive soprattutto dopo l’esperienza di due anni col team britannico che è cresciuto notevolmente da quando Sainz è stato in squadra. Sarà una coincidenza?

La coppia più giovane in Ferrari dal 1968

La strategia di assumere solo piloti già affermati campioni del mondo, sembra iniziare a cambiare rotta quest’anno, che vedrà ben due giovani come punte Ferrari. Non giovani qualsiasi. Come ricorda Carlos:

“Onestamente, non credo che l’età sia un fattore così rilevante. Semmai è l’esperienza che conta di più in questo sport. Ovvio che più anni hai e più esperienza hai accumulato ma ciò non vuol dire che tu sia necessariamente più veloce: ho solo 26 anni ma ho già alle spalle sei stagioni in Formula 1 e ho guidato per tre squadre prima di arrivare alla Ferrari. Charles ne ha 23 ma andrà a cominciare la sua quarta stagione, la terza con la Scuderia: conosce perfettamente la vettura e la realtà di Maranello. Quello che voglio dire è che, pur essendo una coppia così giovane, non siamo più dei debuttanti e comprendiamo bene che cosa significhi guidare per la Ferrari”.

Ferrari Sainz Leclerc
Il primo giorno in “rosso” per Carlos Sainz – PhotoCredit: Ferrari Media Center

L’obiettivo unico rimane quello di ottenere una serie di risultati migliori di quelli della stagione precedente (anche perché fare peggio è molto difficile) ma riusciranno nell’impresa i due giovani della Ferrari? Di certo il team di Maranello non ha le possibilità di vincere uno dei titoli iridati (ma ripeto, mai dire mai) però dei risultati migliori ed incoraggianti potrebbero essere garantiti grazie al bando del DAS Mercedes grazie al nuovo regolamento e soprattutto anche grazie ai miglioramenti alla power unit Ferrari che è stata dotata di 50CV extra raggiungendo Red Bull e arrivando 10CV sotto Mercedes. C’è chi dice che la Ferrari lotterà per la terza posizione c’è chi invece sogna in grande, ma certamente le risposte non tarderanno ad arrivare.

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
? YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
? SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
? PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍️ GRUPPO FACEBOOK:https://www.facebook.com/groups/763761317760397
? NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Giorgia Capaccioli