Ferrari, reale il pericolo polveriera: “Così è inaccettabile”

Foto dell'autore

Di Redazione Sport

L’inizio di questo Mondiale 2023 di Formula 1 è fortemente negativo per la Ferrari. Dopo i problemi palesati nel primo appuntamento stagionale del Bahrain, la Rossa di Maranello ha continuato sulla falsa riga della negatività mettendo in pista prestazioni deludenti anche in Arabia Saudita. Una situazione inaccettabile che potrebbe far detonare, rapidamente, la miccia nella polveriera del box marcato dal Cavallino Rampante. Nella seconda gara del nuovo anno, Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno mancato nuovamente il podio terminando rispettivamente al sesto e settimo posto pagando dazio, nuovamente, alle maggiori rivali. Un gap così grande era inatteso: cosa riserverà il futuro?

Ferrari: le parole di Vasseur, Leclerc e Sainz sono cariche d’amarezza

(Credit foto – Scuderia Ferrari pagina Facebook)

Il risultato odierno non era certamente atteso – ha detto Frederic Vasseur ai microfoni di Sky Sport –. Per quanto avevamo fatto venerdì, ci aspettavamo un rendimento in gara assai più convincente. I nostri problemi si palesano soprattutto quando giriamo con le mescole dure e perdiamo prestazione giro dopo giro. È una situazione inaccettabile e dobbiamo analizzare le cose. Non posso immaginare che una macchina competitiva nelle qualifiche, in gara non sia altrettanto performante. È una questione di assetto e di non concetto. Il mio lavoro è quello di gestire le difficoltà, mancano ancora 21 gare e spingeremo al meglio delle nostre possibilità per risolvere i nostri problemi“.

Primo stint buono con le soft, ho fatto un buon lavoro con la gestione della gomma – ha detto Charles Leclerc a fine gara –. Con le dure perdi tanto se non sei in DRS e quindi ho portato la macchina a casa. C’è ancora tanto lavoro da fare per cercare di arrivare dove vogliamo arrivare, ossia a vincere. Non è una sorpresa essere quarta forza dopo l’Arabia Saudita, siamo indietro sul degrado gomme. Pensavo di essere più vicino alle Red Bull. Fra due settimane abbiamo l’Australia, ma poi ci sono tre settimane per lavorare e per migliorare per il resto della stagione. Se guardiamo alle Red Bull vanno più forte sui rettilinei e vanno più forte in curva. Rispetto agli altri possiamo analizzare i nostri punti deboli“.

Per me è stato il miglior weekend, con il secondo stint ho fatto del mio meglio ma si vede perfettamente che siamo un passo indietro e dobbiamo migliorare – ha detto Carlos Sainz a Sky Sport –. Con due asfalti diversi siamo dietro rispetto a Red Bull e Aston. Abbiamo bisogno di sviluppi, arriveranno, perchè dobbiamo lavorare per raggiungerli. È stata una sorpresa essere la quarta forza, specialmente dopo venerdì. Non sappiamo il motivo ma sono stati più veloci, non siamo dove vogliamo essere e c’è da migliorare. Con le hard non abbiamo tenuto il ritmo, nemmeno spingendo“.

(Credit foto – Scuderia Ferrari pagina Facebook)

Seguici su Google News