8 marzo, Festa della Donna

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

Per l’8 marzo, la nostra rubrica non può che iniziare con i migliori auguri a tutte le nostre lettrici per la Festa della Donna. Ma non solo, l’8 marzo è stato anche un giorno di scoperte scientifiche, di importanti eventi storici e di bizzarre sfide.

La Festa della Donna

La mimosa, simbolo dell'8 marzo  festa della donna
Foto: online free stocks

Nata nel segno delle lotte per la parità di genere, la Giornata Internazionale per i Diritti delle Donne è riconosciuta a livello mondiale dall’ONU dal 1975. In realtà questa fu solo la nascita “ufficiale” della Festa della Donna: le femministe europee celebravano da tempo l’8 marzo in maniera indipendente. Molte leggende spiegano l’origine della ricorrenza, come quella che lega l’8 marzo alla morte di alcune operaie nell’incendio della fabbrica di Triangle, negli USA.

In realtà tale credenza è priva di fondamento: la tragedia avvenne il 25 marzo del 1911 e non viene commemorata in alcuna ricorrenza. Le origini della ricorrenza, risalgono invece alle lotte sindacali delle operaie e a quelle femministe per il suffragio.Dal 1906 varie date sono state proposte, senza mai radicarsi, fino all’8 marzo 1917, data in cui le donne di San Pietroburgo scesero in piazza chiedendo la fine della Prima Guerra Mondiale. Quella fu solo la prima di una serie di moti che originarono la Rivoluzione Russa.

1906: due sarte abbigliate con gli abiti dell'epoca indossano dei manifesti che le identificano come scioperanti.  festa della donna
Due sarte scioperanti- Fonte: WikiMedia

L’8 marzo in Italia

Da allora l’8 marzo è divenuto un giorno di festa, prima per le donne socialiste, poi per i gruppi femministi. Giunta in Italia grazie all’UDI (Unione Donne Italiane), la Festa della Donna ha subito una forte opposizione da parte dei Governi Democristiani degli anni Cinquanta e si è affermata davvero solamente dopo le proteste degli anni Sessanta e Settanta. Oggi l’8 marzo celebra i molti aspetti della figura femminile, ed è spesso un’occasione per assistere a eventi culturali, mostre o concerti dedicati alle donne.

Il tutto senza dimenticare l’aspetto più militante della festa, legato alle conquiste passate, ma soprattutto future, nella parità di genere.

Un giorno di scoperte

La luna di Giove chiamata Io, sono visibili vallate e vulcani. Il primo vulcano fu scoperto l'8 marzo del 1979, dalla sonda Voyager 1  festa della donna
Io, luna di Giove – Immagine: sonda Galileo

L’8 marzo è l’anniversario di importanti scoperte scientifiche. Ad esempio l’8 marzo del 1618, Keplero formulava la sua terza legge sul moto dei pianeti. Un ulteriore passo verso l’affermazione del Modello Eliocentrico e del Metodo Scientifico. Nello stesso giorno, ma nel 1976, viene recuperato in Cina il più grande meteorite di cui si ha notizia, pesante circa una tonnellata e mezza. Tre anni più tardi, nel 1979, la sonda Voyager 1 scopre il primo vulcano sulla superficie di Io, una delle molte lune di Giove.

Il giorno in cui i butteri sconfissero Buffalo Bill

Uno degli anniversari più curiosi che ricorrono l’8 marzo è quello della sfida tra il celebre cacciatore e circense William Frederick Cody, noto come Buffalo Bill e un gruppo di butteri dell’Agro Pontino.

La locandina dello Show di Buffalo Bill mostra una serie di uomini a cavallo. L'8 marzo del 1890, durante una tournée in Italia, Buffalo Bill sfidò i butteri dell'Agro Pontino.  festa della donna
La locandina dello Show di Buffalo Bill- Fonte WikiMedia

Già dal 1883, infatti, il cowboy statunitense si era dato allo spettacolo, creando il Buffalo Bill’s Wild West Show e nel 1890 arrivò in Italia in tournée. Durante una sosta a Cisterna di Latina, il cacciatore di bisonti discusse con il Duca Onorato Gaetani, su chi tra i cowboys e i butteri locali sapesse domare meglio i cavalli. Ne nacque una sfida: il buttero Augusto Imperiali, insieme a nove compagni, affrontò nell’arena di Buffalo Bill un gruppo di cavalli e puledri americani. Secondo il cowboy non sarebbero mai riusciti a domarli senza finire disarcionati, ma con suo grande stupore, gli uomini di Cisterna di Latina superarono brillantemente la sfida.

I compleanni VIP dell’8 marzo

Sono moltissime le persone famose che spengono le candeline l’8 marzo, tra questi lo scrittore Valerio Massimo Manfredi, la campionessa mondiale di scherma Carolina Erba e il cantautore Antonello Venditti che proprio l’8 marzo 1978 pubblicava il suo sesto album, Sotto Il Segno Dei Pesci

Antonello Venditti, nato l'8 marzo, durante un live.  Festa della donna
Foto: WikiMedia

Nel 1933, in questa data, nasceva anche Luca Ronconi, attore e regista teatrale, che oggi avrebbe compiuto 86 anni.

Seguici su

Facebook

Instagram

Twitter

Luca Raiti