GamesMetroNerd

Fiabe di Stoffa, verso nuove ed avvincenti avventure

Una serie di incredibili missioni per un unico, valido obiettivo: proteggere il proprio padroncino dalle angherie di alcuni villain spietati. Siete pronti a vivere delle avventure straordinarie?

FdS è un nuovissimo titolo targato Asmodee, basato su miniature (le quali ricordano un po’ l’atmosfera di LittleBigPlanet, menzione speciale per i -veri- bottoni utilizzati come elemento di gioco) e dadi colorati (per questi ultimi elementi potrebbe ricordare, seguendone la falsariga, “ERA: il medioevo” -ma FdS è molto più ambientato!-)

Questo è il primo titolo della serie ‘AdventureBook Game’, una nuova linea di prodotti in cui vi ritroverete nei panni di un gruppo di pupazzetti animati che faranno di tutto pur di proteggere i propri padroncini dalle insidie dei perfidi Villain di turno.

Fiabe di Stoffa – Descrizione

Grazie ad una serie di incredibili missioni, in cui vi troverete faccia a faccia con avversari di ogni foggia e dimensione, incontrerete personaggi a dir poco strampalati e dovrete dar fondo a tutte le vostre risorse per riuscire a salvaguardare l’incolumità del vostro adorato pupillo, cercando di recuperare le stesse da Fall, un reame oltre i confini della fantasia, governato dal mastro degli incubi.

Fiabe di Stoffa, verso nuove ed avvincenti avventure
Fiabe di Stoffa – Photo Credits: web

Fiabe di Stoffa è un’avventura cooperativa in cui la dinamica di gioco permetterà di intraprendere percorsi e vivere svariate peripezie tramite dei paragrafi numerati, simili ad un libro-game. Infatti, tutte le azioni dei protagonisti fanno riferimento ad un manuale chiamato ‘storybook’ (un po’ come Above and Below e N&F, di Laukat), il quale servirà da regolamento, guida e tabellone nel medesimo momento!

Il libro stesso è infatti un elemento (fondamentale) del gameplay, durante la partita esso viene letteralmente posto in gioco aperto al centro dell’area di gioco, mostrando di volta in volta differenti mappe su cui muoversi, scelte da compiere, ostacoli da affrontare e le relative regole per proseguire nell’avventura.

Fiabe di Stoffa, verso nuove ed avvincenti avventure
Fiabe di stoffa – Photo Credits: web

Fiabe di Stoffa – Regole

Ogni storia si dipanerà su plance sempre diverse (grazie appunto allo storybook) e la meccanica di gioco è costituita dalle scelte dei giocatori e (diciamo pure prevalentemente) da un sacchetto all’interno del quale sono inseriti (un po’ sullo stile dei cubetti di “Clank!: A Deck-Building Adventure”) i vari dadi colorati -che cambiano a seconda di quale sia il vostro personaggio-, il cui colore identifica l’azione che quel dado permette di effettuare.

Ogni turno il giocatore pesca dal sacchetto 5 dadi, i quali formeranno una riserva di azioni che si dovrà scegliere sapientemente come utilizzare; la maggior parte dei dadi andrà usata per azioni quali il movimento, gli attacchi (a distanza e da mischia), ecc..

Potrete inoltre scegliere di condividere i dadi con i vostri compagni, utilizzarli voi stessi (come visto poco sopra), oppure conservarli per un turno successivo, al fine di realizzare in seguito combo devastanti…

Ma si deve sempre far attenzione ai dadi neri, dopo che ne viene estratto un certo quantitativo appariranno alcuni acerrimi avversari da affrontare!

Fiabe di Stoffa – Considerazioni

L’indicazione con cui viene commercializzato è “7+” ma, a nostro modo di vedere, è molto poco realistica in quanto le storie sono troppo lunghe e le regole troppo complicate. Se fosse un gioco per adulti? In questo caso le storie sono troppo sempliciotte e la morale è spesse volte zoppicante; trovare il giusto gruppo con cui giocarlo potrebbe quindi non essere un’impresa semplicissima.

Forse un “rating” più realistico potrebbe essere un “10/12+” viste le molteplici cose da ricordare, il regolamento abbastanza denso di informazioni (se i destinatari fossero davvero 7/8enni..) e che, provando il gioco, i primi nodi vengono quasi subito al pettine presentando ai giocatori alcune nebbie dubbiose che nessun esempio nelle istruzioni riesce a dissipare.

Fateci sapere cosa ne pensate se l’avete già provato e commentate liberamente!

Special thanks to Gianfranco Pisa & Alessia Lio

Seguici su: Facebook e Instagram!

Recupera tutti gli articoli della sezione “giochi da tavolo“!

Back to top button