Cinema

Finn Wolfhard, il giovane talento da “Stranger Things” alla macchina da presa

Il 23 dicembre 2002 a Vancouver nasce Finn Wolfhard, uno dei talenti più di spicco ad Hollywood in questo momento. Raggiunta la fama con la serie targata Netflix e diretta dai fratelli Duffer, “Stranger things”, la giovane promessa canadese a neanche 20 anni, si sta già facendo un nome nelle scena cinematografica.

La recitazione non è, tuttavia, il suo unico interesse. Wolfhard infatti gode anche di una vena musicale, avendo fatto parte come cantante e chitarrista, alla band “Calpurnia” e, successivamente, nel 2020 è entrato nel gruppo “The Aubreys”. Ma sicuramente la novità più interessante nella sua, seppur ancora breve ma variegata carriera, è il suo ingresso nel mondo della regia.

Una giovane promessa

Con una carriera iniziata a soli 11 anni, Finn Wolfhard raggiunge la fama con la serie “hit” di Netflix, Stranger Things, dove interpreta il personaggio di Mike Wheeler. Immediatamente acclamato dai fan e dalla critica, inizia l’ascesa del giovane canadese che interpreterà nel 2017 Richie Tozier, nel film adattamento del romanzo “It” di Stephen King. Ancora una volta la sua performance viene ben ricevuta e permetterà all’attore di collaborare con nomi anche di alto profilo nella scena cinematografica.

Wolfhard ha fatto parte, infatti, anche dei film “The Addams Family”, “It Chapter Two” e dovrà interpretare il personaggio di Lucignolo nell’adattamento di “Pinocchio” diretto dal noto regista messicano, vincitore di un premio oscar nel 2018, Guillermo del Toro. La promessa canadese, inoltre, ha fatto il suo ritorno nel mondo della fantascienza nella pellicola “Ghostbusters: Afterlife”.

Un tuffo nel mondo della regia

In un’intervista alla rivista musicale britannica “NME”, Wolfhard ha rivelato il suo nuovo progetto. Il giovane canadese sta, infatti, lavorano al suo primo film, prevedendo di occuparsi sia della sceneggiatura che della regia. Non ha rivelato molti dettagli, non ha difatti ancora un titolo, e tutto quello che ha dichiarato è che si tratta di un horror, con anche tratti comici, che si dovrebbe ambientare in un campeggio. Nonostante queste scarne rivelazioni, i suoi fan sono già eccitati dal prospetto di questa nuova direzione nella sua carriera.

Non è, tuttavia, la prima volta che si è tuffato nel mondo della regia. In precedenza, infatti, ha diretto un cortometraggio intitolato “Night Shifts” che trattava di una rapina in un negozio. Anche in questo caso si era occupato sia della regia che della sceneggiatura.

Come ha rivelato nell’intervista, Wolfhard si sente molto fortunato di poter dedicarsi a quelle che sono le sue passioni alla sua giovane età, e non si può dire che si stia facendo sfuggire alcuna occasione. La sua prima importante esperienza nel mondo della regia non è la sola grande novità che lo aspetta. Fan da tutto il mondo, infatti, non vedono l’ora di vederlo in azione nella quarta stagione di Stranger Things, la cui uscita è prevista nell’estate del 2022.

Aurelia Carbone

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò

Back to top button