La società gigliata, dopo la pesante sconfitta con la Roma, ha scelto come nuovo allenatore Beppe Iachini. Starà al tecnico marchigiano risollevare le sorti di una Viola in crisi, magari con qualche rinforzo a gennaio.

La Fiorentina ha annunciato ieri il nuovo allenatore. La scelta è ricaduta su Beppe Iachini, idolo da giocatore della Curva Fiesole ed ex guida tecnica fra gli altri di Empoli e Sassuolo.
L’allenatore ascolano, ha firmato un contratto fino a giugno 2020 con l’opzione per la prossima stagione, anche se sarà difficile vederlo ancora sulla panchina viola. Per questo sul contratto firmato c’è una clausola con una buona uscita per Iachini, in caso di mancato rinnovo dell’incarico.

Iachini è stato scelto perché conosce bene l’ambiente fiorentino, la Serie A, ma soprattutto perché ritenuto in grado di infondere alla squadra quell’energia che Montella non era stato capace di dare. Il 55enne marchigiano ha superato la concorrenza di nomi ben più blasonati, quali Unay Emery, licenziato dall’Arsenal, e il francese Laurent Blanc, entrambi possibili scelte per il futuro. Ma ora l’obiettivo della società è risollevare le sorti di un gruppo che non vince in campionato dal 30 ottobre, e che è scivolato in classifica clamorosamente, a 3 punti dalla zona retrocessione.

Il presidente della Fiorentina ha cambiato guida tecnica e agirà sul mercato di gennaio per rinforzare la rosa
Rocco Commisso, presidente della Fiorentina

La Fiorentina sul mercato

La Viola è sul mercato. La scelta del DS Pradè e di Rocco Commisso è quella di consegnare al nuovo allenatore Iachini dei giocatori che possano rinforzare la rosa attuale. Un innesto per reparto, questo è l’obiettivo dei toscani per gennaio. Per questo la dirigenza è già al lavoro, anche in questi giorni festivi, per concludere le numerose trattative di cui si parla in queste ore.

Il “Corriere Fiorentino” riporta tre nomi per il reparto arretrato: Juan Jesus, in uscita dalla Roma e richiesto anche dal Bologna, Walter Kannemann del Gremio e Kevin Bonifazi del Torino.

A centrocampo piace molto il profilo di Dennis Praet, ex Sampdoria ora in forza al Leicester, ma la trattativa con il club inglese è ancora tutta da intavolare. In stand-by invece la pista di Florenzi, richiesto anche da Cagliari e Valencia, con il quale la Roma non ha ancora trovato un’intesa sul futuro.

La Fiorentina è piombata su Cutrone, desideroso di tornare in Italia
Patrick Cutrone, attaccante del Wolverhampton, potrebbe essere il primo rinforzo di gennaio per la Fiorentina- Photo Credit: Sportlive twitter

Ma è il reparto offensivo quello più fitto di soluzione per il club gigliato. La Fiorentina potrebbe pescare ancora in Inghilterra, e Patrick Cutrone potrebbe essere un nome caldo.
L’ex punta del Milan non ha trovato grande spazio al Wolverhampton, per questo vorrebbe tornare in Italia; intorno al 4 gennaio, al termine di un periodo ricco di partite in Premier League, i due club si dovrebbero incontrare per discutere di un eventuale passaggio del ragazzo a Firenze, magari con obbligo con diritto di riscatto.

Nei giorni scorsi sono spuntati anche i nomi di Simone Zaza del Torino, mentre da tenere sott’occhio le strade che portano a Berardi e Politano, due che Iachini conosce bene per averli allenati al Sassuolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA