Calcio

Fiorentina-Sassuolo 2-2, gol e spettacolo al Franchi: Italiano riprende Dionisi

Tutt’altro che soporifero il match di pranzo di questa diciottesima giornata del massimo campionato di calcio italiano. Una partita vibrante, giocata benissimo da entrambe le squadre che si sono scontrate sul manto erboso dell’Artemio Franchi di Firenze. Il bel gioco, d’altronde, è il marchio di fabbrica di Vincenzo Italiano e Alessio Dionisi, due tecnici arrivati in Serie A dopo aver portato Spezia (lo scorso anno) ed Empoli (quest’anno) nell’Olimpo del football nostrano. Le visioni tattiche della coppia di allenatori, non a caso, hanno dato vita ad una sfida frizzante, scoppiettante e ricca di emozioni. E di gol. È un pareggio tutto sommato giusto: i viola agganciano Roma e Juventus a quota 31 punti, mentre i neroverdi muovono la propria classifica toccando quota 24 e raggiungendo il Bologna. Ecco cosa è successo in Fiorentina-Sassuolo.

Una grande partita al Franchi: Fiorentina-Sassuolo

Partita emozionante fin dall’inizio: i padroni di casa tentano, immediatamente, di piantare le tende nell’area di rigore rivale, ma gli ospiti sono bravissimi a coprirsi, riconquistare palla, eludere la pressione offensiva dalla Viola e ripartire in modo fulmineo. Non a caso, il doppio vantaggio del Sassuolo nasce da due ripartenze praticamente perfette: la prima rete (32′) è confezionata magistralmente dal centrocampista ex Roma e Monza Frattesi che imbuca nello spazio Scamacca che, dal limite dell’area di rigore, calcia forte e rasoterra trovando la buca d’angolo; il 2-0 (37′) è frutto di un’azione magistrale orchestrata dal solito ariete offensivo di Dionisi che serve Raspadori che, di prima, imbuca per l’inserimento di Frattesi che batte Terracciano in uscita. Si va al riposo sul 2-0 grazie, soprattutto, al triplo miracolo di Consigli che stoppa il forcing offensivo (incessante) dei toscani.

La compagine di Vincenzo Italiano torna in campo nella ripresa con la stessa veemenza di come aveva terminato il primo tempo. I toscani martellano la retroguardia dei neroverdi e al 51′ riaprono i giochi con il solito Vlahovic: errore della difesa emiliana, Torreira scippa il pallone e serve in campo aperto il serbo che, con freddezza, batte Consigli. Il gol del 2-1 infiamma ancor di più il Franchi che spinge i suoi beniamini al punto del pareggio: azione insistita e confusa in area, Saponara è generoso e serve Vlahovic murato, così come Bonaventura, arriva Torreira da due passi e trova il gol del 2-2. La spinta dei toscani, però, viene spezzata dall’espulsione di Biraghi per doppio giallo: il tecnico della Fiorentina arretra il baricentro della sua squadra, mentre il Sassuolo non riesce a sfruttare l’uomo in più: termina con il segno X una sfida palpitante ed emozionante.

ANDREA MARI

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credit foto – FirenzeViolaSuperSport pagina Facebook)

Back to top button