Dopo la sosta di domenica scorsa, il 24 novembre alle ore 15 i villa tornano in campo contro Hellas Verona, altra partita fuori casa successiva all’amaro incontro contro il Cagliari. Attenzione, quindi, al famoso Pandoro della discordia.

Allo Stadio Bentegodi si scontreranno due squadre che hanno perso l’ultima partita e ambedue cercheranno i tre punti per riprendere la marcia nel massimo campionato italiano. La Fiorentina cerca il riscatto dopo la sonora sconfitta con il Cagliari, per continuare a sperare in un piazzamento europeo che manca ormai da troppo tempo. Tra le fila di Montella ci sarà Ribery, al fianco di Chiesa, che ha scontato le tre giornate di squalifica, ma il mister dovrà fare a meno di Castrovilli e Pulgar (squalificati per un turno) e ridisegnare il centrocampo.

Il capitano della Fiorentina German Pezzella in allenamento – Photo credit: tuttomercatoweb.com

Probabili formazioni Verona-Fiorentina

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Amrabat, Pessina, Lazovic; Verre, Zaccagni; Salcedo. All. Juric.

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Benassi, Badelj, Zurkowski, Dalbert; Ribery, Chiesa. All. Montella.

Fiorentina
Franck Ribery torna in campo dopo la squalifica di tre giornate – Photo credit: calcioefinanza.it

Fiorentina: si riparte

La Fiorentina viene da un buon periodo di forma anche se con risultai altalenanti: 16 punti in classifica conquistati con 4 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte (le ultime due bruciano ancora). I viola hanno perso qualche opportunità per agganciarsi al Napoli (sopra di 3 punti) e al Parma (sopra di un punto), ma vincendo potrebbe raggiungere le due squadre e trovare il giusto passo per risalire la classifica.

Fiorentina
La grinta di Marco Benassi centrocampista della Fiorentina – Photo credit: calciomercato.com

Verona-Fiorentina a confronto

La squadra di casa ha 15 punti, uno meno della Fiorentina, con 4 vittorie, 3 pareggi, 5 sconfitte. Ha segnato solo 10 reti, ma ha comunque una buona difesa. La Fiorentina ha segnato quasi il doppio delle reti, ben 18, con un andamento fuori casa incostante. I viola nelle ultime 6 trasferte a Verona hanno sempre vinto segnando 17 gol.

Fiorentina
L’esultanza di Nikola Milenkovic – Photo credit: eurosport.com

Obiettivo: digerire il Pandoro o Montella…

L’obiettivo della squadra di Montella è di riprendersi dalla batosta subita dal Cagliari, conquistare 3 punti contando sulla coppia d’attacco Chiesa-Ribery, tenendo buono Vlahovic, che nella disfatta sarda ha trovato i suoi primi gol in Serie A e scommettendo sulla nuova coppia del centrocampo i favoriti Zurkowski e Benassi. Il tecnico italiano andrà a caccia del famoso Pandoro, dolce tipico veronese, prima delle festività natalizie. Perché mangiarlo è sempre una buona notizia. Ma in caso di sconfitta…