Calcio

Foggia, il nuovo socio Canonico si presenta: “Faremo grandi cose qui”

Adv

Novità in casa Foggia con la presentazione del nuovo socio Nicola Canonico. Da ieri, infatti, si è ufficialmente aperta l’era Pintus-Canonico che dovrà regalare stabilità e nuovi orizzonti al club pugliese. È previsto un piccolo, ma sostanziale, cambio nell’organigramma societario con il nuovo socio che dovrebbe diventare presidente della società rossonera. Il primo obiettivo è riportare i satanelli nel logo del club.

Foggia, il nuovo socio Canonico ha le idee chiare

Ecco le dichiarazioni di Nicola Canonico nella conferenza stampa di presentazione: “Mi piace lavorare da solo, ma Maria Assunta mi ha colpito per la caparbietà avuta nel resistere contro personaggi poco piacevoli. Vedremo se saremo compatibili. Lei ha dato tanto al Foggia e deve essere risarcita per quanto fatto fino a ora. Collaboreremo per il prossimo anno e capire se possiamo andare avanti insieme, altrimenti sarà libera di cedermi le quote. Abbiamo avuto modo di conoscerci tempo fa, poi ci siamo rivisti altre due tre volte. Mi ha colpito la sua concretezza. Sul progetto c’era già un accordo. Cerco di portare la mia esperienza a Foggia. Il 25 consegneremo la domanda di iscrizione, mi piace dormire tranquillo. I tifosi da stasera devono stare tranquilli. Faremo le cose per bene, stiamo costruendo qualcosa di serio e di duraturo, ci sono le carte in regole per fare grandi cose qui a Foggia“.

Continua: “Per me il confronto deve essere quotidiano, è fondamentale per come vedo il calcio. A chi non piacerebbe vincere, ma chiedere subito grandi risultati può avere dei lati negativi. Si parte in serenità nell’interesse del Foggia. Quel che è certo è che non mi piace perdere nemmeno un’amichevole, voglio sempre il massimo dai propri calciatori. Mi sono prefigurato di portare il Foggia dove è già stato. Serve tempo, lavoro, programmazione e serenità di tutti quanti. Fede barese? Oggi rappresento il Foggia, sono il primo tifoso. Diventerà la mia creatura, impossibile non tifare Foggia“.

Ritorno dei satanelli: “È una cosa che dovrò fare nei prossimi mesi, appena capirò la procedura a che punto sta. Penso che un simbolo così bello che va rimesso sulla maglia del Foggia”.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Adv
Back to top button