Formula 1

Formula Uno, torna il Gp di Imola: chi sarà il successore di Hamilton?

Dopo due settimane di attesa, la Formula Uno riparte questa settimana con il Gran Premio di Imola. Il tracciato ospiterà nuovamente il carrozzone automobilistico più in vista del mondo dopo la vittoria di Lewis Hamilton dello scorso anno nella tredicesima edizione del circuito.

Gp Imola: gli esordi in motociclismo e il ritorno in F1

L’autodromo di Imola è uno dei circuiti storici italiani più rinomati: fu inaugurato nel 1953 e deve la sua fama iniziale al motociclismo ospitando la 200 Miglia di Imola tra gli anni Settanta e Ottanta. Dal 2001 ospita regolarmente  la gara del campionato mondiale di Superbike. In ambito automobilistico, i suoi esordi sono legati alle gare di endurance ma ha ospitato il gp di Imola dal 1980 fino al 2006, anno in cui la pista fu sottoposta a modifiche per migliorarne la sicurezza. Dal 1981 al Gp imolese si affianca anche il Gran Premio di Monza ed entrambe rimarranno due tappe fisse fino al 2006.

Caratteristiche della pista

È un tracciato antiorario, riconosciuto tra i più impegnativi da un punto di vista tecnico. Così lo descrive Enzo Ferrari:

“Il mio primo contatto con Imola risale alla primavera del 1948. Valutai fin dal primo momento che quell’ambiente collinoso poteva un giorno diventare un piccolo Nurburgring per le difficoltà naturali che il costruendo nastro stradale avrebbe compendiato, offrendo così un percorso veramente selettivo per uomini e macchine. Un piccolo Nurburgring con pari risorse tecniche, spettacolari e una lunghezza di percorso ideale.”

Pista di Imola
Pista di Imola – Photo Credit: Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola Media Center

Il tracciato si presenta quindi da principio come molto tecnico e difficile da interpretare, una pista per pochi e molto difficile da percorrere a velocità massima. Il circuito di Imola è diventato tristemente famoso negli anni perché su di esso molti piloti hanno perso la vita o riportato incidenti. L’anno 1994 è stato particolarmente drammatico per la Formula Uno per la morte dei piloti Ayrton Senna e Roland Ratzenberger. Famigerata e famosa, alla pista è oggi riconosciuto un gran valore storico che la rendono un tracciato peculiare e complesso. Lo scorso anno, nella tredicesima edizione, vinse Lewis Hamilton su Mercedes davanti a Valtteri Bottas (capace di conquistare la pole position) e Daniel Ricciardo. Il pilota britannico, inoltre, fece segnare il giro più veloce del circuito in gara.

Sara Di Renzo

Back to top button