Gossip e TV

Francesco Sarcina: “Abusavo di droga, mi ha salvato J-Ax”

Adv
Adv

Sono nato nelle periferie milanesi dove giravano violenza e droga. All’inizio non facevo un uso così pesante di sostanze, ma il problema era la mentalità. Vivere al limite dell’impossibile, in maniera borderline, porta sull’orlo dell’esasperazione. Questa cosa inevitabilmente attrae persone che sono come te, non c’è nessuno che viene a salvarti: attiri solo la negatività”. Inizia così il racconto di Francesco Sarcina a Verissimo: ospite del salotto di Silvia Toffanin, su Canale 5, il leader de Le Vibrazioni ha presentato in anteprima la sua autobiografia “Nel mezzo“, dove ripercorre luci e ombre del suo passato. Il cantante ha ricordato alcuni momenti difficili della sua vita, in cui ha abusato di stupefacenti: “All’inizio non facevo un uso così pesante di sostanze, gli abusi sono arrivati dopo”.

“Per colpa di un’altra persona della quale ero molto innamorato, che aveva già tentato il suicidio parecchie volte, sono stato trascinato in un buco nero nel tentativo di starle vicino”, ha raccontato ancora Sarcina parlando per la prima volta di come gli abusi e una storia d’amore tossico abbiano l’abbiano portato a rischiare la vita. “A differenza mia, lei faceva uso di sostanze pesanti. Una volta ho voluto provare anch’io per capire cosa sentisse e per maledire tutta questa situazione. Lei è andata in overdose, io per fortuna non ho rischiato la vita ma è stata una bella mazzata”.

Se oggi quel periodo buio della sua vita è solo un ricordo è merito della musica ma anche dell’incontro con J-Ax: “Lui aveva già fatto outing su questo argomento e l’ho chiamato per capire come potevo fare per uscirne. Era felicissimo della chiamata e mi ha detto che il percorso sarebbe stato lungo e complicato perché quel demone ti rimane. È una lotta che dura anni. Ora il demone si è trasformato, sono arrivato alla fine ma è stata dura”.

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button