Gossip e Tv

Gabriella Ferri, chi erano i mariti Giancarlo Riccio e Seva Borzak

La cantautrice Gabriella Ferri si è sposata due volte: la prima con Giancarlo Riccio dal 1967 al 1970, la seconda volta con Seva Borzak, dal 1972 al 2004, anno della morte della cantante. Giancarlo Riccio, giovane diplomatico, era figlio dell’ambasciatore italiano in Congo. La giornalista Olga di Robilant ha raccontato nel suo blog, il primo incontro tra la cantautrice romana e il primo marito: “Una sera mi recai al Bagaglino con il figlio di un nostro ambasciatore a Cuba, a sua volta diplomatico alla Farnesina, Giancarlo Riccio. “Ti farò ascoltare una cantante unica al mondo” gli avevo detto. Gli presentai Gabriella dopo lo spettacolo, anche lui con gli occhi lucidi dall’emozione provata, e Gabriella lo conquistò. Anzi, lo sposò”. I due, infatti, si sposarono nel 1967 e si trasferirono a Kinshasa, dove Giancarlo Riccio era destinato a prestare servizio. Ma il matrimonio non durò a lungo: dopo separazioni e riconciliazioni, finì definitivamente nel 1970.

Gabriella Ferri, chi erano i mariti Giancarlo Riccio e Seva Borzak

Gabriella Ferri ha avuto una carriera straordinaria affiancata da una vita privata in cui non sono mancati i momenti di gioia, ma anche i periodi di crisi personale. La gioia più grande di Gabriella Ferri è stata sicuramente la nascita del suo unico figlio, Seva Borzak jr, nato dall’amore tra l’artista e il secondo marito Seva Borzak, imprenditore americano di origine russa. Di mamma Gabriella Ferri, Seva ha parlato in un’intervista rilasciata a maggio 2021 ai microfoni di ggi è un altro giorno.

“Ero figlio unico, non avevo concorrenza, le facevo tutte le confidenze, molto di più che a mio padre. In seconda elementare mi ero innamorato e la prima cosa che ho fatto l’ho detto a mia mamma, le potevo dire tutto, non avevo alcun pudore, ero molto vicino in questo. Lei mi consigliava di fare tutto con amore”, ha raccontato a Serena Bortone.

Il padre di Seva è stato presidente della divisione sudamericana della Rca e sposò Ferri in Venezuela nel 1972. Borzak jr è arcidiacono  della chiesa ortodossa russa ma spesso è ospite in televisione per parlare della mamma e per ricordare quanto sia stata importante per lui. Il figlio di Gabriella Ferri, che porta lo stesso nome del padre, raccontò che i suoi genitori si conobbero a Caracas e si sposarono dopo tre mesi. Per lui non è stata solo una madre: “Davvero è stata la mia migliore amica“. Quando Seva Borzak jr pensa a lei gli viene in mente una sola parola: passione. “È quella che meglio definisce la sua arte e il suo essere. Faceva tutto con e per  passione e intuiva chi aveva passione e chi no. Su questa base sceglieva le amicizie” spiega.

Gabriella Ferri morì dunque tragicamente. La famiglia ha sempre smentito ogni ipotesi di suicidio – già tentato dalla cantante nel 1975, dopo la morte del padre Vittorio – ipotizzando che l’incidente possa essere stato conseguenza di un malore, causato magari dai medicinali antidepressivi di cui faceva uso. Non ha lasciato alcun biglietto di addio: la cantante avrebbe dovuto partecipare, il lunedì successivo, a un programma televisivo. Interprete di canzoni popolari romane e napoletane, oltre che attrice teatrale, partecipò una sola volta a Sanremo (nel 1969 con Stevie Wonder) e fu anche molto apprezzata come conduttrice televisiva  dei varietà Dove sta Zazà (1973) e Mazzabubù (1975)

Seguici su Google News

Back to top button