MetroNerdVideogames

Gal Gun Returns Recensione Switch : Feromoni Portatili

Adv

Gal Gun Returns Recensione Switch. Il ritorno del primo episodio della saga per festeggiare i suoi 10 anni. Abbiamo avuto il piacere (e la sorpresa) di provare e recensire per voi la versione Switch di questo titolo tanto conosciuto, quanto discusso e controverso!

Per la prima volta chi vi scrive si trova in difficoltà! Sono uscito dalla comfort zone per recensire un titolo che è quanto di più lontano dalle mie preferenze personali. Ho conosciuto questo videogame ai tempi della sua prima uscita per la sua fama! Ed è la mia prima volta che mi ritrovo a giocare Gal Gun. Nonostante questo, un senso a questo gioco sono riuscito a trovarlo!

Gal Gun Return è stata un’esperienza alquanto strana per il sottoscritto. Direi quasi mistica! Non siamo mai abituati a qualcosa di anomalo. Non intendo screditare il titolo o la sua natura volutamente “goliardica” e “ridicola”, ma siamo qui per valutare nella sua interezza questo Remake 10° Anniversario!

Andiamo quindi a vedere nel dettaglio cosa ci hanno confezionato gli sviluppatori Inti Creates e produttori PQube.

Gal Gun Returns Recensione Switch 1
Le nostre Protagoniste

Gal Gun Returns Recensione Switch: Una pistola per calmare i bollenti spiriti

Iniziamo a presentare il titolo. Per chi non lo conoscesse, Gal Gun Returns parla di un’avventura di notorietà scolastica! Di un ragazzo semi-sconosciuto e di come la dea bendata lo abbia “maledetto” in quello che sembra il sogno di ogni adolescente. Il nostro protagonista viene colpito (mitragliato per errore) da una angelo dell’amore in erba, colpendolo con troppe frecce “d’amore”, scatenando così un fascino fuori da ogni scala!

Da quel momento, per 24 ore, ogni Ragazza presente nel gioco ci confesserà il suo amore eterno e incondizionato, innescando dei veri e propri agguati al malcapitato protagonista. L’unico modo quindi per far “rinunciare” le donzelle è quello di colpirle con una pistola (fornita dall’angelo sbadato e incompetente) ai feromoni! Farle andare “su di giri” quindi sembra l’unico modo per placare questa ondata di corteggiatrici incontrollabile!

Gal Gun Returns Recensione Switch angelo
Il nostro angelo sbadato

Ma perchè all’inizio abbiamo parlato di “maledizione”? Presto detto: l’angelo dell’amore ci svelerà che se in quelle 24 ore non riuscissimo a confessare i nostri sentimenti alla ragazza che ci piace veramente (selezionabile all’inizio dell’avventura), vivremo una vita di solitudine e desolazione! Si otterrà infatti l’effetto opposto a quello dato dalle frecce per il resto della nostra vita se non portiamo a termine il nostro compito allo scadere del tempo!

Riuscirà il nostro eroe a sopravvivere a tutto questo “amore” e conquistare la sua amata?

Parliamoci chiaramente! Questo titolo non si regge in piedi certo per la sua trama… in realtà personalmente ancora non riusco a capire la sua popolarità! Eppure le meccaniche di gioco funzionano! Nonostante siano relegate ad un concetto di “eccitazione” ed erotismo, il titolo si dimostra comunque un buon sparatutto alla Time Crisis!

Meccaniche di gioco

Gal Gun Returns Recensione Switch gameplay
Il Gameplay In tutto il suo splendore!

Trattasi in tutto e per tutto di uno sparatutto arcade a binari, proprio come il precedentemente citato Time crisis. Abbiamo il mirino da muovere nello schermo per colpire le innamorate di turno da placare!

Prima di iniziare il gioco vero e proprio, avremo un dialogo con il nostro Angelo dell’amore. Questo serve per determinare le nostre caratteristiche ed avere così delle abilità che accresceranno in base al risultato di fine stage.

Ogni ragazza presente a schermo deve essere colpita più volte per poter placare la loro “ammirazione”. Ogni punto del corpo è colpibile (creando reazioni differenti! Non sto qui ad elencare faccette o vocette di eccitazione delle ragazze), ma hanno anche un punto “erogeno” che crea una sorta di One Shot/ One Kill. Questo punto varia da ragazza a ragazza!

Ogni “nemico” presente a schermo può essere riconosciuto attraverso diversi fattori: l’età, l’aggressività e la resistenza.

La cosa che più mi lascia interdetto è sicuramente l’età, la parte più controversa del titolo: le ragazze fanno parte di ambienti scolastici, quindi abbiamo una gamma di età che va dai 15 ai 18!!! Ci sono anche le professoresse, per carità! Però principalmente le mie difficoltà nella recensione sono legate a questo dettaglio. Se da un lato abbiamo un gioco tutto sommato divertente e scanzonato, dall’altra parte la mia etica morale fà a cazzotti con la concezione del titolo!

Fortunatamente, ricordiamo che il protagonista che impersoniamo ha l’età delle regazze, quindi anche lui minorenne, o appena maggiorenne insomma!

Nonostante la natura del titolo legata a delle fantasie particolari, Gal Gun Returns fà il suo! Tralasciando l’assurdità della trama (e il concetto di base che le ragazze siano per la maggior parte minorenni) il titolo fà il suo dovere e riesce ad intrattenere come sparatutto a binari!

Oltre a barcamenarci tra queste ragazzette “emozionate”, avremo dei dialoghi con la ragazza da conquistare (guarda caso la più timida e restia al nostro fascino irresistibile) che si trasformeranno in vere e proprie boss fight! Il tutto per il bene della trama! Per salvare il nostro eroe dalla solitudine eterna! Una volta finiti i vari capitoli, si arriverà all’epilogo con la riuscita (o la disfatta) del nostro compito.

bossfight gal gun
Chiamiamola Boss Fight!

Gal Gun Returns Recensione Switch: Modalità e Comparto tecnico

La modalità presenti nel titolo sono quanto di più assurdo abbia mai visto all’interno di un videogame! Non mi prendete per bigotto… ma finchè è presente una modalità Storia dove percorrere la nostra avventura alla ricerca dell’amore vero in mezzo a un branco di corteggiatrici, nulla di strano.

Il problema inizia quando ci si imbatte in delle modalità per i più “curiosi”: dalla dressing room, dove possiamo scegliere ogni personaggio presente e mettergli addosso qualsiasi vestito a nostro piacimento (o anche solo la lingerie), alla Doki Doki carnival: Caricando la barra speciale dell’attacco, potremmo atterrare tutte le ragazze a schermo… entreremo così nella modalità Doki Doki dove avremo modo di capire quali sono i punti erogeni di ogni ragazza presente nel titolo, per cercare di essere dei cecchini infallibili in game.

La Doki Doki Carnival è quindi la modalità per “conoscere” e carpire i punti deboli di tutte le ragazze presenti in game. Una modalità davvero surreale.

Personalmente non mi sono addentrato molto su queste modalità, ma per i più “monelli” potrebbe essere una lieta sorpresa.

Parlando del comparto grafico, il titolo si presenta con un cell shading e ci offre una resa piuttosto godibile su Nintendo Switch; Il framerate è stabilissimo anche grazie alla natura del titolo e tutto scorre liscio come l’olio. I controlli con gli analogici dei joycon sono molto responsivi e il lavoro fatto dal team è davvero eccellente.

stats gal gun
Fine stage e le nostre caratteristiche!

Nonostante non sia il primo titolo della serie a comparire sull’ammiraglia di casa Kyoto, il comparto è più fresco del secondo capitolo, e questo remake ha una buonissima resa sia in docked che in modalità portable.

Ottima resa anche per il comparto audio che, nonostante non sia un’amante delle vocette, fà il suo. Durante la nostra avventura veniamo accompagnati dalle classiche musichette kawaii (quelle sono davvero graziose).

Il titolo è completamente in inglese e grazie a questo è finalmente godibile anche per il mercato occidentale (la prima versione del 2011 era localizzata solo in giappone).

Non che ne avessimo necessariamente bisogno, ma per chi vuole divertirsi un pò con uno sparatutto arcade a binari fatto veramente bene con la trama più assurda dell’universo… Bhe, questo titolo fa al caso vostro!

dressing room
Dressing Room!

Gal Gun Returns Recensione Switch: Le nostre conclusioni!

Ed eccoci qui a tirare le somme su questo remake dedicato al festeggiamento dei suoi 10 anni dall’uscita. Gal Gun Returns è un titolo convincente nel suo gameplay, conosciamo già il titolo e la sua natura anche grazie ai sequel che sono intercorsi nel tempo.

Chi vi sta scrivendo può sembrare fin troppo bigotto o arretrato, ma le difficoltà nel parlare di questo titolo ci sono! Un compito spinoso che sono comunque stato contento di affrontare. Entrare nei meandri di un titolo del genere fa capire che, nonostante ci sia una tematica che possa non essere apprezzata appieno per la sua natura, lato gameplay il titolo propone una versione scanzonata e molto divertente di uno sparatutto arcade a binari.

Nulla di troppo esplicito, non ci sono nudi, ma quelle modalità in più oltre alla storia non riesco a mandarle giù. Sicuramente qualcuno comprerà il titolo solo per le suddette modalità, oppure no, chissà!

Il punto della questione è che dobbiamo ricordarci che il titolo oltre a essere divertente, è anche cartoonesco. Non sono rappresentazioni reali e non c’è nulla di pornografico. Il titolo forse vuole prendere in giro degli steriotipi.

Di mio posso dire, che il gioco mi ha divertito. Per i fan della serie sicuramente è una buona notizia l’uscita di questo remake: riuscire finalmente a mettere mano ad un titolo che non è mai uscito al di fuori dell’oriente, con la localizzazione della lingua inglese.

Gal Gun Returns Recensione Switch 2
Artwork veramente fantastici!

Un titolo controverso e sicuramente non dedicato a tutti: vuoi per la sua tematica o per il concetto che c’è dietro, il titolo non vuole prendersi sul serio, anzi! Vuole solo essere scanzonato e goliardico, pieno di citazioni, fan service e tanto Kawaii.

Nonostante i miei freni e le mie perplessità, mi sono genuinamente divertito… Uno sparatutto dalla tematica folle, ma fatto con cura e leggerezza.

Perchè ho scritto questo? semplice. Perchè si tratta pur sempre di un videogioco, e come tale va trattato. Senza farsi troppi problemi, non vedo perchè una persona non dovrebbe comprare un titolo dal sapore arcade da salagiochi. La tematica è importante, ma fino ad un certo punto. Il punto è il divertimento!

Gal Gun Returns è divertente? assolutamente si e lo consiglio a chi vuole giocare con leggerezza e farsi due risate. Buon anniversario Gal Gun.

Ricordiamo che Gal Gun Returns uscirà il 12/02/2021 su Nintendo Switch e su PC su piattaforma Steam.

Gal Gun Returns Recensione Switch collector
La Collector Edition per Nintendo Switch! Con tanto di top! Assurdo

PRO:Divertente e scanzonato – Tecnicamente valido e in portatilità ha una marcia in più – Una versione rinnovata e ben strutturata con molte aggiunte all’originale

CONTRO: – Tematica un pò spinosa – Le modalità Dressing room e Doki Doki Carnival non fanno proprio per me!

VOTO: 7.5

STAY TUNED!!!

Seguici su Facebook e Instagram!
Recupera tutti gli articoli di RetroNerd!

Adv
Adv

Simone Magistrato

Vivere per giocare o giocare per vivere? Nel dubbio Vivo, Gioco e Scrivo! Nato con i videogames nel sangue!
Adv
Back to top button