Motomondiale

Gara MotoGP GP Aragon 2020, di nuovo Suzuki

Gara MotoGP GP Aragon 2020
Alex Rins vince il GP di Aragon – Photo Credit: MotoGP.com

Brividi di freddo hanno accolto quest’oggi i piloti della top class alla “Ciudad del Motor de Aragón”; ma nonostante le condizioni tutt’altro che ideali per un GP gli impavidi piloti sono pronti per disputare la gara MotoGP di Aragon 2020. Il termometro segna appena 21°C (12°C questa mattina), ciò significa che le gomme non si scalderanno facilmente e in questo particolare circuito caratterizzato da molti falsi piani; avere dei pneumatici caldi è fondamentale per mantenere il grip ideale ed evitare così “chiusure” all’anteriore o high side.

Gara MotoGP GP Aragon 2020, di nuovo Suzuki
Il Paddock del circuito di Aragon questa mattina – Photo Credit: MororLand Official Facebook Page

Gara MotoGP GP Aragon 2020

Il sole splende qui ad Aragon senza però scaldare, le moto sono già sulla griglia di partenza pronte per il giro di ricognizione, fondamentale per scaldare un minimo le gomme. Fabio Quartararo apre la griglia di partenza seguito da Maverick Viñales e da un inaspettato Crutchlow. In questo motomondiale 2020 così caotico chissà se ci sarà un ulteriore colpo di scena e chissà se sarà la Honda, che sul circuito spagnolo sembra aver trovato la quadra, a piazzare le ruote davanti a tutti. Ecco intanto la griglia di partenza stabilita dalle qualifiche di ieri valevoli per la gara di MotoGP di Aragon 2020:

[masterslider id=”325″]

Prima dentro e andiamo!

Inizia il primo dei due appuntamenti di Aragon, ottima la partenza a fionda di Morbidelli che purtroppo alla prima curva tocca il verde e perde un paio di posizioni. Rins intanto attacca Miller conquistando così la 4a posizione. Partenza concitata ma Viñales ne approfitta mettendo le proprie ruote davanti a tutti seguito da Quartararo e dall’altra Petronas di Morbidelli. Male Crutchlow che scivola in 11a posizione. Maverick intanto ha cominciato a seminare gli inseguitori incrementando il gap al primo giro intorno ad 1 secondo. In 6a posizione troviamo la seconda Suzuki di Mir seguita da un Nakagami protagonista di una buona partenza.

Il primo colpo di scena arriva a 21 Laps to go in cui Bagnaia, colpa forse delle gomme ancora un po’ troppo fredde, perde l’anteriore finendo nel ghiaione. Pilota ok ma per lui la gara termina qui. Intanto davanti il gap tra Viñales e Quartararo diminuisce a 0.479 secondi. Piloti ricompattati e la classifica provvisoria a pochi giri dal via è questa: Viñales, Quartararo e Rins aprono la gara seguiti da Franco Morbidelli, Mir e Miller. 7a posizione per la prima Honda pilotata da Marquez che piano piano sta aumentando sempre di più il ritmo Nakagami poco dietro insegue lo spagnolo tallonato dalle due Ducati di Dovizioso e Petrucci.

Gara MotoGP GP Aragon 2020
Morbidelli durante il Warm-up lap ad Aragon – Photo Credit: MotoGP.com

Scelta di gomme azzeccata per le Yamaha e le Suzuki che a 18 laps to go fanno da protagoniste. Intanto davanti Rins, incalza Quartararo, grazie ad un errore di quest’ultimo. Dietro invece un sorprendente Marquez sta aumentando sempre di più il ritmo riuscendo così a mettere le ruote davanti a Miller e ad una Pramac al limite delle proprie possibilità. Nuovo passaggio sul traguardo e Rins ha raggiunto Viñales annullando completamente il gap conquistato fin ora. Che la Yamaha stia già soffrendo il calo delle gomme?

Gara MotoGP GP Aragon 2020
Fabio Quartararo durante il GP di Aragon 2020 – Photo Credit: MotoGP.com

Seconda parte di gara

15 Laps to go. Ottimo sorpasso di Mir su Morbidelli e Quartararo che erano andati un po troppo lunghi in staccata. Che Suzuki qui ad Aragon! Brivio nel box Suzuki non crede neanche lui a quello che stanno facendo i suoi due piloti. Rins finalmente riesce a superare Viñales in uscita di curva con un’accelerazione bruciante. 14 Laps to go e Alex Marquez (specifichiamo che non si tratta di Marc) con una traiettoria al limite, riesce a superare Morbidelli portandosi così in 4a posizione. Dovizioso e Miller pare abbiano trovato il feeling giusto riducendo così il gap con Nakagami e Quartararo.

Gara MotoGP GP Aragon 2020, di nuovo Suzuki
Alex Marquez durante il GP di Aragon – Photo Credit: Alex Marquez Official Facebook Page

Nelle retrovie Quartararo si trova nel mirino di Nakagami che staccata dopo staccata si sta facendo sempre più sotto; ed è proprio grazie ad una frenata da “stoppie” che il giapponese riesce a superare il francese, Miller intanto ha approfittato del sorpasso da parte del giapponese riducendo ad un niente il distacco con Fabio. 12 laps to go e l’ordine è questo: Rins, Viñales e Mir chiudono il podio provvisorio seguiti da un Alex Marquez di un altro pianeta; Morbidelli sembra accusare un po’ il calo delle gomme mentre dietro Nakagami Miller Dovizioso e Crutchlow, sono riusciti a mettere le gomme davanti a Quartararo in visibile difficoltà.

Bellissima bagarre lì davanti tra Mir e Marquez che, con due sorpassi al cardiopalma, riescono a superare Viñales che ora si trova in 4a posizione. Suzuki imbattibile seguita da un Marquez che riesce a disegnare delle traiettorie degne di Giotto. Nuovo giro ed ennesimo errore di Quartararo che scivola purtroppo in 17a posizione, sicuramente avrà un problema alla moto.

Terza parte di gara

8 giri al termine e le gomme stanno visibilmente calando, le uniche a riuscire a mantenere lo stesso ritmo sono le più gentili Suzuki e Honda (di Alex e Nakagami). Nuovo passaggio sul traguardo e la situazione pare essersi stabilizzata. KTM naufragata intanto in fondo alla classifica, sta cominciando, seppur lentamente, a risalire lentamente la china. Davanti Alex Marquez ha tirato fuori gli artigli e ha agganciato in stile “Top Gun” il connazionale Mir che però non ha affatto intenzione di mollare il gas.

Brivido per Joan che viene indotto in errore da Alex perdendo così il secondo gradino del podio. Intanto nei box il padre dei Marquez è ormai a rischio infarto e ha ormai le dita intrecciate da 20 minuti. Intanto il tempo di Quartararo sta aumentando sempre di più, il problema è la moto, le gomme o il colpo subito nelle prove libere?

Gara MotoGP GP Aragon 2020, di nuovo Suzuki
Il colpo subito al fianco dentro di Quartararo durante le prove libere – Photo Credit: MotoGP.com

Ultimi giri

Leadership a rischio per Rins, messa in discussione dalla guida impeccabile di Alex. Staccata dopo staccata la Honda si sta infatti sempre più avvicinando agli scarichi della Suzuki che però riesce a mantenere un ritmo veloce e costante. Ultimo giro e papà Marquez ed il Team Manager della Suzuki Davide Brivio, stanno soffrendo decisamente più di tutti. Davanti ci sono solo Rins e Marquez e sono rimaste davvero poche curve prima della bandiera a scacchi.

Curva 12, Alex si avvicina alla Suzuki che però nel cambio di direzione e in uscita curva è imbattibile. Arrivano così all’ultimo curvone a sinistra prima del rettilineo del traguardo, i due sono vicini ma Rins, seppur più largo di Marquez, riesce a mantenere le ruote davanti alla Honda. Bandiera a scacchi, Rins vince il primo dei due GP di Aragon seguito da un Marquez impeccabile (di nuovo, ndr) e un Mir che si sta confermando sempre di più. 4° posto per Viñales seguito dal nipponico Nakagami. 6a posizione per l’italiano Morbidelli.

Gara MotoGP GP Aragon 2020, di nuovo Suzuki
Alex Rins vince il GP di Aragon davanti a Alex Marquez – Photo Credit: MotoGP.com

L’ordine di arrivo

Ordine di arrivo della gara di MotoGP di Aragon 2020:

Pos.RiderTeamMoto
1Alex RINSTeam SUZUKI ECSTARSuzuki
2Alex MARQUEZRepsol Honda TeamHonda
3Joan MIRTeam SUZUKI ECSTARSuzuki
4Maverick VIÑALESMonster Energy Yamaha MotoGPYamaha
5Takaaki NAKAGAMILCR Honda IDEMITSUHonda
6Franco MORBIDELLIPetronas Yamaha SRTYamaha
7Andrea DOVIZIOSODucati TeamDucati
8Cal CRUTCHLOWLCR Honda CASTROLHonda
9Jack MILLERPramac RacingDucati
10Johann ZARCOEsponsorama RacingDucati
11Brad BINDERRed Bull KTM Factory RacingKTM
12Pol ESPARGARORed Bull KTM Factory RacingKTM
13Aleix ESPARGAROAprilia Racing Team GresiniAprilia
14Iker LECUONARed Bull KTM Tech 3KTM
15Danilo PETRUCCIDucati TeamDucati
16Miguel OLIVEIRARed Bull KTM Tech 3KTM
17Stefan BRADLRepsol Honda TeamHonda
18Fabio QUARTARAROPetronas Yamaha SRTYamaha
19Bradley SMITHAprilia Racing Team GresiniAprilia
20Tito RABATEsponsorama RacingDucati
Non classificato
Francesco BAGNAIAPramac RacingDucati

Questo è il genere di gare che vorremmo sempre vedere, ricche di emozioni ed imprevedibili. Complimenti ad Alex Rins che è stato in grado di gestire la gara sin dall’inizio e complimenti anche a Marquez, protagonista di una performance davvero sorprendente. Mir? Bravissimo, come sempre!

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
? TWITTER: https://twitter.com/Motorsport_MM
?️ SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍️ GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/763761317760397
? NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Andrea Perfetti

Back to top button