Calcio

Genoa-Sampdoria, precedenti e statistiche del Derby della Lanterna

Adv
Adv

Sono nove, gli incontri in cui il Genoa non riesce a prendersi per intero la città. Dopo l’ultima vittoria nella stagione 2010/2011, sono arrivate sei sconfitte e tre pareggi. I rossoblù hanno inoltre siglato soltanto cinque reti, subendone dodici.

Dando un’occhiata negli almanacchi di calcio, ci accorgiamo che non si tratta di un record negativo. La striscia più lunga di derby interni senza vittorie, infatti, risale al periodo compreso fra il 1973/1974 e il 1993/1994: 3 successi blucerchiati e 9 match chiusi in parità. Con cinque goal genoani e nove doriani. Il bilancio complessivo, nella storia del derby considerando tutte le competizioni ufficiali, è ampiamente a favore della Sampdoria. Infatti, questa stracittadina, è andata in scena 102 volte nella storia. Trentasette pareggi, quaranta successi blucerchiati e venticinque vittorie del Genoa. Gli ultimi due calciatori a regalare una gioia al grifone, in un Genoa-Sampdoria, furono Floro Flores e Boselli nel 2-1 dell’8 maggio 2011.

Genoa-Sampdoria, come arrivano le due formazioni a questa stracittadina

La Sampdoria ha quindici punti in classifica, totalizzando: quattro vittorie, tre pareggi e nove sconfitte. Con ventidue reti realizzate e trentadue subite. Il Genoa ha dieci punti con: una vittoria, sette pareggi e otto sconfitte ottenute.  Diciassette sono i goal fatti e trentadue i subiti. Entrambi i club liguri, sono reduci da una doppia disfatta. L’ultima volta in cui hanno portato a casa punti, i rossoblù hanno raccolto un pari 0-0 ad Udine. Precisamente alla 14esima giornata, quando nello stesso turno, i blucerchiati vincevano 3-1 contro l’Hellas Verona. Per Andriy Shevchenko, il derby della lanterna è ovviamente un inedito e vale lo stesso per l’incrocio contro l’avversario in panchina, D’Aversa. Fin qui, l’ex attaccante del Milan, ha raccolto un solo pareggio nelle prime quattro sfide alla guida del club. L’ultimo allenatore a vincere il derby in sponda Genoa, fu Davide Ballardini. Guarda caso, l’allenatore italiano è il tecnico che ha preceduto l’ucraino.

Seguici su :https://metropolitanmagazine.it/

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button