Calcio

Giacomo Calò, un nome per il futuro

Giacomo Calò è un centrocampista del Genoa in prestito alla Juve Stabia. Il classe ’97 si è distinto la scorsa stagione nel club campano, rendendosi protagonista della promozione dalla Serie C alla B. Quest’anno è stato acquistato dal Genoa, che lo ha lasciato un altro anno alla Juve Stabia, ed in Serie B si sta di nuovo facendo notare.

Le caratteristiche

Giacomo Calò è un regista. Le sue idee sono quelle di un vero e proprio fantasista, ma non solo in catena di montaggio: anche quando si tratta di finalizzare Calò non si tira indietro e fa di testa sua, riuscendo molte volte a sorprendere. I 3 gol realizzati in questa stagione sono stati tutti tiri da fuori area. 11 assist per lui, che la dicono molto lunga sulla sua visione di gioco e soprattutto sui suoi piedi da regista. I calci piazzati sono sempre suoi, ed in questa stagione ha anche trovato un gol direttamente da calcio d’angolo, per far capire che tipo di giocatore sia. Così come nessuno, non è paragonabile al genio di Pirlo. Certo è però che il suo stile di gioco e le sue trovate ricordano vagamente l’ex campione del mondo. Giacomo Calò è un giovane talentuoso, che potrà esplodere come non: solo il tempo ci darà le risposte che cerchiamo.

Una stagione per affermarsi

Giacomo Calò come già detto si è fatto notare la scorsa stagione con la Juve Stabia in Serie C. Quest’anno è stato acquistato dal Genoa, che lo ha lasciato in prestito per un altro campionato ai campani. L’obiettivo era di osservarlo e vedere se si sarebbe distinto, e diciamo che le 24 presenza coronate da 3 gol ed 11 assist la dicono molto lunga. Certo non possiamo dar per scontato che sia pronto per giocare in Serie A: i due maggiori campionati sono molto diversi tra loro. Solo il tempo ci dirà chi diventerà Giacomo Calò. La cosa certa è che parliamo di un giocatore talentuoso che può crescere ulteriormente e distinguersi. Ha il potenziale per diventare qualcuno, e continuando così un giorno lo potremmo vedere nel calcio che conta.

Foto: ssjuvestabia.it/Antonio Gargiulo

Seguici su Facebook e Twitter!

Back to top button