PaperNerd

Gideon of the 3rd – Storia di un rivoluzionario

Gideon of the 3rd è un manga ambientato nella Francia del diciottesimo secolo, poco prima dello scoppio della rivoluzione francese. Questa opera, molto accurata in termini di riferimenti storici, racconta la storia di un rivoluzionario, Gideon Aymé, e del suo amico George, un nobile dagli intenti non molto chiari. In questo articolo di InfoNerd analizzeremo il primo numero del manga di Taro Nogizaka.

Gideon of the 3rd può essere considerato l’erede spirituale di Lady Oscar? Assolutamente si, questo perché oltre all’ambientazione, la Francia in tumulto del diciottesimo secolo, le due opere hanno in comune un accuratezza nel raccontare il periodo storico in cui si sviluppa la trama che non ha eguali nel mondo dei manga. Nonostante ciò la storia raccontata da Taro Nogizaka è molto più cupa di quella raccontata da Riyoko Ikeda.

I protagonisti di Gideon of the 3rd

Fonte: Panini Comics

I protagonisti del manga sono Gideon Aymé e il duca di Loire George VI; Gideon è un rivoluzionario che mantiene sé stesso e sua figlia Solange scrivendo romanzi erotici mentre George è erede del feudo del padre. I due uomini si conosco sin da bambini in quanto Gideon è stato comprato dal padre di George dai suoi genitori che altrimenti, per via della povertà, avrebbero ucciso il figlio, ancora in fasce. Gideon e George crescono insieme ma Gideon è costretto a lasciare il feudo dei Loire dopo che, accidentalmente, colpisce ad un occhio George, rendendolo guercio. I due ragazzi non si vedranno più per oltre 18 anni. Questo è l’incipit narrativo di Gideon of the 3rd, un opera dark ma allo stesso tempo accurato nel raccontare gli anni antecedenti la rivoluzione francese.

Il design

Risultati immagini per gideon of the 3rd
Fonte: animeclick.it

Sotto il profilo dei disegni Gideon of the 3rd ha uno stile che si colloca che dividerà sicuramente i suoi lettori; il manga infatti ha del capitoli con dei dettagli notevoli che si alternano ad altri, dove sono presenti scene umoristiche, dove i personaggi sono disegnati, volutamente, in maniera più grottesca. I protagonisti dell’opere hanno un bel design anche se George, nonostante sia un uomo, ha il volto di una donna. Questa scelta di design vuole far comprendere sin da subito ai lettori l’ambiguità caratteriale del duca di Loire. Gideon of the 3rd è quindi un manga che gode di una cura per i dettagli altalenante ma che risulta comunque gradevole all’occhio.

La narrazione

Il punto di forza del manga di Nogizaka è sicuramente il modo in cui è narrata la storia. Il lettore viene travolto sin dalle prime pagine dalla trama di Gideon of the 3rd che decolla sin dai primi capitoli. Una pioggia incessante di avvenimenti e di citazioni storiche danno vita ad una storia molto complessa che incollerà gli occhi del lettore alle pagine del manga. Gideon of the 3rd però non è un opera per tutti: la storia raccontata è brutale e non è raro vedere tavole dove, in maniera più o meno esplicita, vengono mostrate scena di violenza psicofisica che potrebbero allontanare un lettore in cerca di un racconto più soft. Questa scelta però non è fine a se stessa ma serve a raccontare le angherie subite dalla plebe in tale epoca.

In definitiva Gideon of the 3rd è un opera coraggiosa che, seppur con alcune lacune in termini di design, sa appassionare chi cerca una lettura matura e mai banale. In un era in cui essere innovativi è molto difficile Nogizaka punta su una strada già tracciata da altri mangaka in passato per raccontarci una storia dotata di un accuratezza storica che non vedevamo da tempo.

 

SIMONE FRANCESCHETTI

https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia

https://www.facebook.com/InfoNerd.MMI/

https://www.twitter.com/MMagazineItalia

 

Back to top button