Quando si pensa al nome di Ginger Rogers, le nostre prime immagini vanno a delle bellissime istantanee di una donna affascinante. Icona e star di Hollywood, Ginger ha fatto divertire e sognare, grazie ai suoi musical in compagnia di Fred Astaire.
Ginger Rogers è stata una cantante, attrice e anche ballerina d’America. Oltre settanta pellicole l’hanno vista affiancare con sagacia, divi come Gary Grant, Marlon Brando, Ronald Reagan, Doris Day, Henry Fonda, Rita Hayworth. L’American Film Institute ha inserito la diva tra le più grandi star della storia del cinema, al 14° posto della classifica.

Come nasce una stella

Ginger Rogers è nata il 16 luglio 1911 nella contea di Riverside in Califonia, da famiglia di origini scozzesi, inglesi e gallesi. Come spesso accadeva nell’epoca precedente a quella che comunemente critici e saggi definiscono era del cinema “post modernismo” la costruzione di un Divo avviene sotto svariati punti di vista: tra questi la personale scalata da una vita privata difficile al grande palcoscenico. Ginger non ha avuto un’infanzia semplice. Genitori separati già quando l’attrice era ancora in fasce.

Ginger Rogers
Foto di repertorio della famiglia della piccola Ginger Rogers, spesso usate sulle riviste dell’epoca come Life-photo credits: web

Ginger è stata rapita due volte dal padre e come spesso ha dichiarato la stessa diva, queste sono state le ultime volte in cui ha visto la figura paterna. La mamma di Ginger, Lela all’epoca del divorzio, si è dimostrata una donna moderna e infatti mentre la figlia viveva con i nonni, tentava di scrivere sceneggiature per la Fox Studios. All’età di nove anni Ginger si ritrova inoltre un nuovo patrigno in seguito al matrimonio tra la mamma Lela e John Logan Rogers, da cui prenderà il cognome.

Turning Point

Il debutto nel mondo del cinema arriva finalmente grazie al Musical Girl Crazy di George Gershwin con Ethel Merman ed Allen Kearns. Durante la lavorazione al Musical, viene assunto anche Fred Astaire, per lavorare sulle coreografie e con i ballerini. A soli 19 anni Ginger diviene una celebre star! Dal 1930 in poi la Rogers strinse un sodalizio su carta con la Paramount Picture per lavorare sul set di 5 pellicole, presso gli studi di New York nel Queens. Gioventù di Manhattan, Queen High, The Sap From Syracuse, Follow The Leader, Honor Among Lovers. La diva partecipò anche a pellicole targate Warner Bros e Pathè Exchange. La grande ed ulteriore svolta però giunse nella sua vita quando Ginger partecipò al Musical Quarantaduesima Strada, pellicola di LIoyd Bacon diretta nel 1933 e successivamente in l La Danza delle Luci.

Ginger Rogers
Ginger Rogers in La Quarantaduesima Strada (1933)-photo credits:web

Carioca

Ginger Rogers, passa ufficialmente alla storia, divenendo star del cinema di genere Musical, con la pellicola Carioca, nella quale inizia a stringere il suo sodalizio con l’attore e compagno di scena, Fred Astaire (1933-1939). Da qui è storia del cinema d’oro, Fred e Ginger ballano sulle note del film Cappello a Cilindro, Follie D’Inverno sulle melodie di Irving Berlin. La Rogers non si ferma ovviamente qui e ottiene infatti un Oscar nel 1941 grazie alla sua drammatica interpretazione in Kitty Foyle, Ragazza Innamorta, diretto da Sam Wood.

Ginger Rogers
Ginger Rogers e Ray Milland in Frutto Proibito di Billy Wilder-photo credits: web

Kitty Foyle who?

La storia di Kitty, interpretata magistralmente da Ginger Rogers, era tratta da un romanzo di Christopher Morley. Ginger fu scritturata nella parte soffiando letteralmente il posto a Katharine Hepburn, la quale nello stesso anno ottiene però la parte in Scandalo a Philadelphia. La storia era a tutti gli effetti una commedia romantica. Kitty s’innamorava di un giovane squattrinato medico (Dennis Morgan) nonostante le pretese familiari la esortavano a sposare un rampollo di famiglia agiata. Come dire l’amore trionfa e anche l’Oscar!

Ginger Rogers
Ginger Rogers e Dennis Morgan nella pellicola premio Oscar-photo credits: web

Altri lavori straordinari

Ginger Rogers lavora successivamente ad altri melodrammi come Eternamente Femmina, di Irving Rapper e poi nella fortunata commedia di Billy Wilder, Frutto Proibito e poi in L’uomo dei miei Sogni, pellicola di Don Hartman e Rudolph Matè. Agli inizi degli anni ’50 Ginger torna a ballare ancora una volta con Fred Astaire per il film I Barkleys di Broadway, Musical della MGM. Tra le ultime commedie a cui lavora la Rogers, sono da ricordare, quella targata Howard Haws, Il Magnifico Scherzo (1952) e Le Donne hanno sempre ragione, diretto da Nunnally Johnson.

La vita privata

Ginger Rogers si è sposata ben 5 volte con uomini più giovani, ma non ha avuto figli. Una carriera segnata dalla danza e il suo amore per il melodramma hanno sancito la sua bellezza e il suo talento immortalandola come donna unica nel suo genere. Sulla sua vita privata ci basta sapere questo oltre ai numerosi rumours rispetto al suo rapporto con Fred Astaire. Quello che ci interessa ricordare però è il talento e la professionalità di una donna senza tempo. Grazie Ginger, rivedremo tutte le tue pellicole!

Seguici su MMI e Metropolitan Cinema

© RIPRODUZIONE RISERVATA