Giornata Internazionale dei Bambini Innocenti Vittime di Aggressioni

Foto dell'autore

Di Stella Grillo

Giornata Internazionale dei Bambini Innocenti Vittime di Aggressioni: volta a sensibilizzare al dolore subito dai bambini per le violenze subite. Uno sguardo allo scopo della celebrazione ed agli eventi storici accaduti in questo quarto giorno di giugno.

Giornata internazionale dei bambini innocenti, promuovere la protezione

Il 4 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale dei Bambini Innocenti Vittime di Aggressioni. Questa ricorrenza nasce il 19 agosto 1982. Le Nazioni Unite, infatti, decidono di promuovere la sensibilizzazione al fenomeno: ciò accade in seguito agli attacchi di Israele che videro coinvolti bambini libanesi e palestinesi vittime di violenze.

 Giornata Internazionale dei Bambini Innocenti - Photo Credits: class24.it
Giornata Internazionale dei Bambini Innocenti – Photo Credits: class24.it

Successivamente, la celebrazione si estese ai bambini di tutto il mondo, vittime di abusi e aggressioni. L’obiettivo della giornata è la salvaguardia e la tutela dei diritti dei minori.

Promuovere la protezione e la tutela dei diritti dei minori

Tale giornata è anche ideata per proporre politiche che garantiscano protezione e tutela ai i diritti dei bambini; questi ultimi, sono contenuti nella Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: il diritto alla vita e il superiore interesse per i minori per quanto riguarda le leggi di tutti i paesi membri, l’ascolto dell’opinione del minore, la non discriminazione in base al sesso, etnia, religione. Sul sito dell’ONU si legge:

”Lo scopo della Giornata e quello di riconoscere il dolore sofferto dai bambini in tutto il mondo, vittime di abusi fisici, psicologici ed emotivi”.

Eventi storici del giorno

4 giugno 1783: i fratelli Joseph e Etienne Montgolfier, durante una dimostrazione pubblica, sperimentano la mongolfiera compiendo il primo volo umano della storia. Premio Pulitzer, assegnato per la prima volta il 4 giugno 1917: tra i vincitori di quell’anno, Herbert B. Swope premiato per il suo lavoro giornalistico al giornale New York World. Italia, 4 giugno 1944: gli americani guidati dal generale Mark Wayne Clark, entrano a Roma liberandola dalle truppe tedesche, nonostante fosse stata dichiarata Città Aperta, come racconta l’omonimo film di Roberto Rossellini.