Il DAS, dispositivo introdotto dalla Mercedes nei test invernali di F1 al Montmelò, torna a far discutere già in questo inizio stagione. La giornata di oggi ha segnato l’avvio del mondiale di F1 2020, non senza qualche polemica riguardante la nuova arma sfoderata dal team anglo-tedesco.

DAS Mercedes: Red Bull presenta il reclamo

Nonostante l’attività in pista riguardi per il momento ancora le prove libere, non mancano le prime lotte tra i team, anche se nel paddock. Infatti, dopo le numerose discussioni scaturite in seguito ai test pre-stagionali per il DAS, in questo week-end del GP d’Austria la Red Bull è tornata a farsi sentire.

Il team con sede a Milton Keynes, principale avversario della Mercedes quest’anno (almeno sulla carta), ha chiesto nuovi chiarimenti riguardanti il Dual Axis Steering. In particolare, già prima del GP d’Australia poi annullato, la squadra diretta da Christian Horner aveva “minacciato” reclami nel caso in cui le frecce d’argento avessero utilizzato il dispositivo.

Christian Horner Red Bull das mercedes critica
Christian Horner, team principal Red Bull Racing – Photo Credit: Red Bull Racing Twitter

Ad oggi, la situazione non sembra essere cambiata. Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno utlizzato il DAS nel corso delle prove libere del GP d’Austria e la Red Bull, che non sta di certo a guardare, cerca di trovare delle falle regolamentari per far valere le proprie ragioni. Proprio negli ultimi minuti la F1 ha ufficializzato che il team austro-inglese ha presentato reclamo per violazione degli articoli 3.8, 10.2 e 10.3, relativi l’influenza aerodinamica e la geometria delle sospensioni, quelli già ampiamente discussi a fine febbraio.

Le dichiarazioni di Horner

“Aspetteremo di vedere se lo monteranno sulle loro vetture. E’ un sistema intelligente ed ingegnoso. Ma queste regole sono così complesse che bisogna semplicemente capire in quale parte del regolamento si inserisce. Siamo in cerca di chiarimenti da parte della FIA e inizieremo a sollevare alcune questioni a riguardo”.

Difficile pensare tuttavia ad una decisione diversa da quella già presa da parte della FIA. Il DAS è stato infatti dichiarato regolare per il 2020, mentre sarà bandito dal prossimo anno. Ad ogni modo questo GP d’Austria promette già scintille.

Video DAS Mercedes: ecco come funziona

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA