Calcio

Caso Hakimi: ecco cosa è successo tra Real e Inter

All’interno di una clamorosa e complicata crisi economica e finanziaria della famiglia Zhang, in casa Inter si pensa alla sfida con l’Udinese. I nerazzurri dovranno continuare a essere compatti nel gruppo squadra e puntare a quell’obiettivo agognato da Conte: il tricolore. Restano però diverse problematiche societarie che vedono ritardi nei pagamenti non solo degli stipendi dei calciatori, ma anche di trasferimenti. L’ultima notizia è riportata dal Corriere dello Sport e parla di un ritardo nel pagamento della prima rata per Achraf Hakimi, con un Real abbastanza infastidito e che vorrebbe garanzie. Ecco cosa è accaduto.

L’affaire Hakimi

Achraf Hakimi, protagonista in positivo di questo straordinario momento in casa nerazzurra, è adesso al centro di una polemica tra il suo club attuale e il Real, la squadra di provenienza. I blancos non avrebbero infatti ricevuto il pagamento della prima rata per il trasferimento del marocchino in nerazzurro; il versamento dei 10 milioni oggetto della discordia era stato accordato venisse posticipato a marzo. Florentino Perez vorrebbe però delle garanzie, visti i noti problemi economici dei nerazzurri e le diverse trattative per la cessione delle quote.

Le possibili conseguenze

Secondo quanto riporta calciomercato.com, il regolamento UEFA in merito stabilisce che l’assenza di debiti scaduti per trasferimenti nei confronti di altri club è uno dei requisiti per la partecipazione alle coppe europee. L’Inter ha garantito il pagamento entro il 30 marzo e quello degli stipendi di settembre e ottobre entro il 16 febbraio. Il momento è il più difficile della famiglia Zhang, ma la squadra di Conte dovrà continuare a lottare provando a lasciare da parte queste problematiche.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Francesco Ricapito

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button