Cinema & Serie TVMetroNerd

High School Musical: The Musical: La Serie 2 | Recensione

Adv

L’ultimo episodio della seconda stagione di High School Musical: the Musical: the Series è arrivato pochi giorni fa su Disney Plus. Ora, sulla piattaforma streaming, puoi vedere le due stagioni complete: abbonati per recuperarle! Durante la prima stagione, i ragazzi dell’East High si sono impegnati per mettere in piedi lo spettacolo ispirato al film High School Musical. In High School Musical: la serie 2, l’obiettivo del gruppo di teatro riguarda la realizzazione di uno spettacolo perfetto ispirato a La bella e la bestia.

Come nella prima stagione, anche nella seconda gli ingredienti principali degli episodi sono amicizia e musica. Mentre nella prima stagione (qui la recensione) la storia è piuttosto lineare, nella seconda stagione abbiamo molti elementi in più. Questo, probabilmente perché c’è un approfondimento maggiore anche dei personaggi secondari. Come nella prima, ritornano Joshua BassettOlivia RodrigoMatt CornettSofia WylieKate ReindersFrankie A. RodriguezJulia LesterDara ReneéLarry Saperstein e Joe Serafini. Sono presenti alcuni nuovi personaggi, anche se non appaiono spesso: Derek Hough, Olivia Rose Keegan e Roman Banks. Anche Jordan Fisher fa un’apparizione in un episodio.

High School Musical: la serie 2 – Trama

Poster High school musical la serie 2
Photo credit: web

La seconda stagione riprende subito dopo gli eventi della prima. Passano le vacanze di Natale, i ragazzi sono ancora entusiasti del loro debutto con lo spettacolo di High School Musical e iniziano già a sospettare che il musical di primavera sarà sul sequel. In effetti, Miss Jenn (grande fan del film) aveva intenzione di continuare in quella direzione, ma quando viene a sapere di un prestigioso concorso, cambia idea. I Menkies, la competizione che prevede la messa in scena di un musical di Alan Menken, convincono Miss Jenn ad alzare il livello del suo gruppo di teatro.

High School Musical: la serie 2 – Recensione

In questa seconda stagione abbiamo visto tante cose: cambiamenti di personaggi, coppie nuove e vecchie, scelte importanti… Tanta carne al fuoco, ma alla fine com’è stato il risultato? Diciamo che poteva essere migliore. Sono state poche le volte in cui, alla fine di un episodio, si poteva dire: “Oh, che bello!” Discorso diverso, invece, per le canzoni: quelle originali sono molto piacevoli. Oltre alle nuove, possiamo ascoltare un medley con i pezzi più famosi da High School Musical 2, una cover di The Climb (Hannah Montana: The Movie) e diverse da La bella e la bestia.

Gli elementi ispirati ai film di High School Musical, in questa seconda stagione, sono pochi. Concentrati nel primo episodio, per poi ridursi a semplici “Chi vince? Wildcats!” L’allontanamento ai film può piacere o meno, ma lo spettatore, già affezionato ai personaggi, rimane comunque coinvolto. Due parole sulle principali dinamiche della serie:

Nini e Ricky

Nini e Ricky
Photo credit: web

Nini e Ricky, quasi obbligatorio iniziare da loro. Carini, per i primi due episodi, poi la loro storia ha presto iniziato ad essere sdolcinata. Presi singolarmente, abbiamo Nini che inizia a capire tutto quello che vuole per se stessa, il cambiamento del suo personaggio avviene abbastanza velocemente. Quando nella prima stagione diceva di non sentirsi nel posto giusto, l’inizio della nuova scuola sembrava la scelta più sensata. Dopo poco più di un mese, però, Nini torna già sui suoi passi, troppo presto? Doveva provare di più? A fatto bene ad andare via da un posto completamente diverso dalle aspettative? Probabilmente non c’è una sola risposta corretta a tutte queste domande.

Invece, Ricky è ancora confuso sia su quello che vuole sia su come si sente, ma finalmente capisce che i cambiamenti fanno parte della vita e non possiamo fare altro che accettarli andando avanti.

Gina e EJ

Gina da hsmtmts 2
Photo credit: web

Gina è un personaggio nuovo rispetto a com’è stata presentata nella prima stagione. Prima era considerata come la rivale o la nuova arrivata sbruffona. Nella seconda stagione possiamo anche dimenticarci del suo passato e prendere per buona la grande amicizia che la lega ad Ashlyn, con la quale aveva a mala pena parlato nella prima stagione. Scopriamo un dettaglio sul finale della prima stagione, ovvero il suo saluto a Ricky tra le lacrime. Quest’ultimo, da come si comporta, sembra quasi non aver capito che cosa intendesse l’amica che riesce a superare la cosa solo grazie al supporto di Ashlyn.

EJ all’inizio della stagione sembra un po’ messo da parte, quasi come se il ruolo da terzo incomodo nella prima stagione avesse esaurito la necessità di averlo tra i personaggi. Il lento e graduale avvicinamento a Gina è carino e il loro finale ricorda un po’ Ashlyn e Big Red nel finale della prima stagione.

In conclusione

Scena dalla stagione 2 di High School Musical: il musical: la serie
Photo credit: web

High School Musical: la Serie 2 si è conclusa e il risultato complessivo è deludente. Perché è un NO?

  • I tanti percorsi raccontati non convergono adeguatamente nel finale.
  • Molte dinamiche avvengono di fretta o sono poco giustificate.
  • La decisione finale dell’ultimo episodio, seppur voglia mandare un bel messaggio, è poco coerente (soprattutto per Miss Jenn).

Ci sono comunque aspetti positivi:

  • Le canzoni sono sempre fantastiche.
  • Il gruppo unito e leale è rassicurante.

Nonostante questo, se High School Musical: il Musical: la Serie fosse rinnovato per una terza stagione, lo guarderei sicuramente.

Seguici sui social:
Facebook
Instagram

Elisa Scaglia

Adv
Adv
Adv
Back to top button