Cinema

”House of Gucci”, la famiglia critica il cast dell’atteso film di Ridley Scott

Il film ”House of Gucci” è in fase di preparazione, ma le critiche non tardano ad arrivare e questa volta proprio dalla stessa famiglia Gucci. Le motivazioni potrebbero essere legittime, il film andrà a indagare sui misteri della casa di moda fiorentina, rischiando di travolgere tutta l’aurea che getta fascino sulla vicenda.
Patrizia Gucci, cugina di secondo grado di Maurizio Gucci, ha rilasciato una serie di dichiarazioni critiche a ”Associated Press” riguardo i costumi degli attori che interpretano i membri della famiglia. Le dichiarazioni sono state rilasciate subito dopo l’uscita delle prime foto degli attori sul set.

House of Gucci, le critiche

Patrizia Gucci, in particolare si è detta sconvolta dalla scelta del cast e dei costumi. Le critiche più amare sono verso Al Pacino e Jared Leto. Di Al Pacino, Aldo Gucci nel film, ha dichiarato:

Mio nonno era un uomo molto bello, come tutti i Gucci, e molto alto, occhi azzurri e molto elegante. È interpretato da Al Pacino, che non è già molto alto, e questa foto lo ritrae grasso, basso, con le basette, davvero brutto. Vergognoso, perché non gli somiglia affatto.

Jared Leto, che interpreta Paolo Gucci, con la testa calva e vestito con un abito lilla non funziona secondo la famiglia, Patrizia Gucci ha detto a proposito: “[le immagini sono] orribili, orribili. Mi sento ancora offesa”. 

In sintesi la famiglia si reputa:

veramente delusa. Stanno rubando l’identità di una famiglia per realizzare un profitto, per aumentare il reddito del sistema hollywoodiano… La nostra famiglia ha un’identità, privacy. Si può parlare di tutto, ma c’è un confine che non si può oltrepassare.

Federica Tocco

Seguici su Facebook,  InstagramMetròGossip

Adv
Pulsante per tornare all'inizio