17.4 C
Roma
Maggio 16, 2021, domenica

I ristoratori bloccano l’A1: investito un manifestante

- Advertisement -

I ristoratori questa mattina hanno bloccato l’A1 vicino all’uscita di Incisa (Firenze), prima verso Napoli e poi in entrambe le direzioni. Il gruppo protestante fa capo a Tutela Nazionale Imprese (TNI): “Gli imprenditori sono stanchi di subire“. Nel frattempo un manifestante è stato investito, e l’auto è stata poi identificata e fermata dalla polizia stradale di Firenze Nord.

I ristoratori ecco ciò che rivendicano

Dopo la ben più elegante manifestazione dei Bauli, messa in atto a piazza del Popolo a Roma, dagli operatori dello spettacolo, oggi c’è stata una nuova protesta dei ristoratori di TNI Italia. Stamattina hanno bloccato l’A1 vicino all’uscita di Incisa. Il presidente di TNI, Pasquale Naccari ha spiegato: “Ci sono imprenditori, gente stanca di subire, che vorrebbe riaprire e tornare a lavorare, rispettando i protocolli di autogrill e mense.

Vorrebbero lavorare, e non all’esterno col freddo“. C’è anche Ermes Ferrari, il ristoratore modenese che a Roma il 6 aprile era vestito da sciamano, che ha dichiarato: “Mentre la gente piangeva davanti al Parlamento e chiedeva un aiuto tutti si sono concentrati su un cappello e due corna. Non ne possiamo veramente più dovete farci riaprire, perché veramente questo è un disegno criminale per far saltare la spina dorsale delle partite Iva italiane. Non è vero che siamo evasori, perché noi siamo la dorsale dell’Italia“.

Dopo che gli imprenditori hanno bloccato l’A1 all’altezza del casello di Incisa in entrambe le direzioni, bloccando totalmente il traffico, Ferrari ha aggiunto: “Non ne possiamo veramente più dovete farci riaprire, perché veramente questo è un disegno criminale per far saltare la spina dorsale delle partite Iva italiane. Non è vero che siamo evasori, perché noi siamo la dorsale dell’Italia“.

Investito durante la diretta Facebook

Nel caos creato dai ristoratori in protesta, uno dei manifestanti è stato investito. L’uomo stava partecipando alla protesta, e nel mezzo di una diretta Facebook, è stato investito da un’auto, fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze.

Nel video diffuso da TNI, si nota proprio l’uomo che si trovava tra i manifestanti che si erano messi davanti ad una macchina per non farla passare. Il conducente della vettura però ha tirato dritto urtandolo per poi allontanarsi. Il manifestante è caduto si sarebbe fatto male a una spalla, ma non ha riportato lesioni gravi.

A seguito dell’incidente, il presidente di TNI Italia, Pasquale Naccari, ha immediatamente interrotto la diretta Facebook, per riprenderla dopo. Il manifestante è un ristoratore emiliano. L’automobilista responsabile di aver urtato il manifestante è stato identificato e poco dopo fermato. Una pattuglia della polizia stradale di Firenze Nord, l’ha rintracciato all’altezza del casello Barberino del Mugello (Firenze), sempre sulla A1 in direzione Nord. 

Giacomo Cattani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -