Icardi e l’Inter: la telenovela che ci ha accompagnato per mezzo 2019 ha in programma un altro episodio. L’idillio invernale tra l’argentino e il Paris Saint-Germain sembra essersi interrotto, con la panchina nell’ultimo match di Champions che lo ha confermato. Maurito non vivrà sotto la Torre Eiffel il prossimo anno e il suo ritorno in Italia potrebbe essere molto più che una possibilità. Toccherà a Marotta gestire, ancora una volta, l’affaire Icardi: questa volta, però, l’ad nerazzurro ha già le idee chiare.

Icardi e il PSG: qualcosa si è rotto

Nonostante una stagione positiva dal punto di vista realizzativo (20 goal in 31 partite), con un ottimo rendimento in Champions League (5 reti in 6 presenze), qualcosa si è rotto. La vita calcistica parigina di Mauro Icardi sembrava essere iniziata nel migliore dei modi, con l’idillio raggiunto a gennaio. Il numero 18 del PSG aveva dichiarato parole al miele per la sua squadra ai microfoni di RMC Sport:

Ci sederemo alla fine della stagione ma sarei felice di rimanere qui se fosse così. Abbiamo giocato molto bene questa sera, siamo entrati in campo davvero concentrati. Il 2020 è iniziato bene per me e per l’intera squadra, il rapporto tra noi attaccanti è buono e possiamo fare la differenza in qualsiasi momento.

Poi, però, qualcosa si è rotto. Secondo quanto riportato da L’Equipe, Mauro sarebbe ai ferri corti con il suo allenatore Tuchel e con i compagni di reparto Mbappè e Neymar. Ancora problemi di spogliatoio per l’attaccante, in primis con le due stelle parigine con cui sembra si siano raffreddati i rapporti. Discorso analogo per il rapporto con l’ex mister del Borussia, che lo ha di fatto escluso nelle ultime uscite, riservandogli solo il finale di partita nelle ultime uscite. In particolare nell’ultima vittoria al Parco dei Principi in Champions, dove Icardi non ha messo piede in campo, rimanendo tutti i 90 minuti in panchina.

Il ritorno in Italia

Diventano due quindi, in quest’ottica, le opzioni di quest’estate per l’ex capitano nerazzurro: la prima vede il riscatto del PSG e poi la cessione; le seconda il ritorno alla base interista. Nel primo caso, grazie a una particolare clausola, se i parigini dovessero decidere di vendere il loro numero 18 alla Juventus, i milioni del riscatto sarebbero 85 e non 70. A riportarlo è Tuttosport, che quindi rivela un dettaglio importante per lo scacchiere di mercato nerazzurro.

La seconda possibilità, nel caso di un ritorno ad Appiano di Maurito, è di una cessione; in agguato c’è sempre Paratici, da sempre innamorato del centravanti dell’Albiceleste e pronto a rivoluzionare il suo reparto offensivo. Ed è qui che l’ad nerazzurro potrebbe sorprendere tutti, o quasi; il piano di Marotta non è nuovo e porta con sé il nome di Paulo Dybala. Con l’Inter pronta a rivoluzionare l’attacco, Icardi alla Juve porterebbe la Joya bianconera in nerazzurro. La Juve difficilmente si priverà di un elemento di questa qualità, ma una cessione con importante plusvalenza darebbe una boccata di ossigeno alle casse bianconere.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Seguici su:
Facebook

Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA