“Il Baubau” di Stephen King è in arrivo!

Il baubau
Un disegno artistico che ritrae il maestro dell’horror Stephen King-photo credits: web

Il Baubau” sarà il nuovo adattamento cinematografico nato dalla mente di Stephen King. Di cosa si tratta? di un racconto del maestro dell’orrore che fa parte della racconta da lui pubblicata nel 1978 “A volte ritornano“. Nello specifico Stephen King aveva scritto una serie di racconti dell’orrore brevi, sono le sue prime scritture che nascono sulla scia del successo di “Shining“.

Il Baubau
disegno del personaggio di “The Boogeyman” detto “Il Baubau”-photo credits: web “Il salotto delle Parole”

Con “A volte ritornano“, Stephen King ha introdotto anche il modello stilistico per antonomasia, quello della prefazione rivolta direttamente al lettore.
Il Baubau” è in originale “The Boogeyman“, una creatura oscura, tratto dall’opera “Night Shift”.
Il progetto della trasposizione cinematografica è stato affidato agli sceneggiatori Scott Beck e Bryan Woods, autori già del successo di “A quiet place-un posto tranquillo“, con Emily Blunt e John Krasinski.

Abbiamo una sceneggiatura per cui siamo davvero emozionati, lo sviluppo sta cambiando, si sta evolvendo, ma in generale si tratta di un bellissimo progetto”.

“Il baubau”: trama e curiosità

La storia de “Il Baubau” è ambientata durante una seduta psichiatrica. Un uomo racconta al suo dottore di essere assolutamente convinto che la tragica scomparsa dei suoi tre figli sia avvenuta per mano di una strana creatura che si nasconde nel ripostiglio. Il dubbio viene posto direttamente agli spettatori: si tratterà di un uomo che è colto da isteria, vaneggiamenti e da una mente corrotta, oppure c’è qualcosa di disturbante e terribile all’interno del suo ripostiglio?

“Il baubau” era stato già trasposto al cinema nel 1982, ma non aveva reso omaggio al successo del racconto letterario. I motivi per i quali la notizia sta giungendo ai suoi fan, così tardi è che ci sarebbe inoltre un problema di trattative per quanto riguarda la Walt Disney Company Production.

Nel dubbio e nell’attesa, vi consigliamo di leggere o recuperare la storia!

Seguici su MMI e MetropolitanCinema

Silvia Pompi

© RIPRODUZIONE RISERVATA