Il Napoli risponde con un 4-1: numeri e curiosità in vista di mercoledì

Il Napoli, a tratti in difficoltà, batte 4-1 il Lecce e conquista tre punti importantissimi, rispondendo alle vittorie di Inter e Juventus. Fernando Llorente continua a stupire: stavolta arriva la sua prima doppietta in maglia azzurra alla prima da titolare, dopo l’assist ed il gol arrivati con Sampdoria e Liverpool.

Se l’Inter e e la Juventus non avessero vinto, allora questi tre punti salentini avrebbero avuto tutt’altro sapore per il Napoli. La squadra gioca bene e convince tutti, compreso Carlo Ancelotti, che ha avuto ancora una volta il merito di aver azzeccato la scelta dell’attacco “pesante.” Anche se il gol non è arrivato, Arkadiusz Milik ha ampiamente dimostrato di essere già pronto per rientrare a pieno ritmo in squadra, andando così ad infoltire notevolmente l’attacco già micidiale degli azzurri.

Colui che ha rubato la scena – ancora una volta – è stato Fernando Llorente, acquistato per far da rimpiazzo al polacco, ma che ha preso già in mano le redini della squadra. Una partita da titolare, due da subentrato: il risultato è di un assist e tre gol, con una doppietta messa a segno proprio contro il Lecce. “Alla faccia del rimpiazzo”, è stata la frase usata in TV dopo l’analisi della partita. Con un attacco del genere, Ancelotti non può che sfregarsi le mani e prendersi tutta la calma del mondo per decidere la giusta combinazione di uomini.

Llorente decisivo nella vittoria contro il Lecce (Credit: CalcioNapoli24)

Lecce-Napoli, i numeri sulla partita sono in perfetta parità. L’ultima vittoria azzurra, prima di oggi, era datata 25 aprile 2012 (Lecce-Napoli 0-2)

Quella di oggi è stata l’undicesima sfida tra Lecce e Napoli in Salento, la 21esima in totale. I pareggi sono stati 5, mentre entrambe le squadre sono ferme a 3 vittorie a testa.

Il Napoli ha affrontato la partita in maniera convincente; l’entusiasmo che le notti europee possono procurare, potrebbero essere un’arma a doppio taglio da non sottovalutare assolutamente nell’economia di una stagione lunga e tortuosa. Gli azzurri lottano su più fronti e, fino ad ora, l’hanno fatto in maniera quasi impeccabile.

Dall’altra parte, il Lecce di Liverani non ha saputo sfruttare al meglio il calore del pubblico del “Via del Mare”, vuoi per inesperienza o per l’enorme distacco con i partenopei; a fronte della straordinaria vittoria a domicilio contro il Torino, la neopromossa deve tornare a fare i conti con la difficoltà notevole di giocare in massima serie.

Lecce-Napoli, esultanza di Insigne dopo il rigore trasformato – PhotoCredit: sport.virgilio.it

Mercoledì potrebbe ritornare in campo Allan, assente a causa di uno stato influenzale. Tra i rientri anche Kostas Manolas, sostituito alla grande da Nikola Maksimovic

Intanto, la Serie A non si ferma neanche questa settimana. Il primo turno infrasettimanale della stagione comincerà martedì, con la Juventus che andrà a Brescia e l’Udinese che sfiderà il Verona in trasferta.

Per ciò che concerne il Napoli, Carlo Ancelotti potrebbe ancora una volta cambiare il sistema di gioco in virtù della partita con il Cagliari, squadra con caratteristiche molto diverse dal Lecce di Fabio Liverani.
Attendendo le conferme ufficiali, il tecnico di Reggiolo potrebbe recuperare gli assenti della trasferta di ieri: Allan, Manolas e Younes. Il centrocampista brasiliano dovrebbe trovare posto in mezzo al campo, con Fabian Ruiz e Zielinski che si contenderanno la maglia da titolare; Kostas Manolas, invece, dovrebbe ritornare tra 11 titolari al posto di Maksimovic, che non ha affatto sfigurato di fianco a Koulibaly.
Verosimilmente, Dries Mertens dovrebbe ritornare al centro dell’attacco, affiancato da uno tra Lozano, Llorente e Milik.

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA