Basket

Ime Udoka sospeso per 12 mesi dai Boston Celtics: il motivo

Il coach dei Boston Celtics, Ime Udoka, è stato sospeso dalla Federazione per un anno, e dovrà saltare dunque tutta la prossima stagione ormai alle porte. La notizia proveniente da Boston ha colto tutti di sorpresa, ma le relazioni intime sul posto di lavoro sono tassativamente vietate dal codice interno della franchigia. I Celtics hanno dunque optato per la sospensione, rivoluzionando i piani della squadra finalista NBA dello scorso giugno. Al posto di Udoka, sulla panchina di Boston che hanno acquistato il nostro Danilo Gallinari siederà Joe Mazzulla, attuale assistente allenatore che diventerà così head coach ad interim per un anno.

Ime Udoka sospeso: Joe Mazzulla incaricato come head coach ad interim

Ime Udoka sospeso per 12 mesi dai Boston Celtics: il motivo

La notizia proveniente da Boston è di quelle che sorprende tutti: l’allenatore dei Celtics Ime Udoka, capace di guidare la sua squadra all’esordio in panchina fino alla finale NBA (persa contro Golden State Warriors), è stato sospeso per un anno dalla franchigia per via di una relazione “intima e consenziente” intrattenuta con un membro femminile dello staff dell’organizzazione stessa, comportamento considerato punibile dal codice interno della squadra, che vieta le relazioni sul posto di lavoro.

Dopo le indiscrezioni delle scorse ore che già lasciavano intuire che la sospensione di Udoka sarebbe stata di un anno, i Celtics hanno indicato il nome del suo successore: sarà Joe Mazzulla, assistente allenatore che vestirà i panni dell’head coach ad interim per un anno. Mazzulla difatti era “il primo” nelle gerarchie a livello di staff per Boston, dopo che nelle scorse settimane la franchigia ha salutato anche Will Hardy, primo assistente di Udoka nella passata stagione e diventato capo allenatore degli Utah Jazz, dove raccoglierà la pesante eredità lasciata da Snyder.

Gabriele Viespoli

Seguici su Google News

Back to top button