In Libia è iniziata l’operazione “Vulcano di Rabbia”

Dopo l’attacco delle forze militari guidate dal generale Haftar, che sono arrivati a prendere il controllo dell’aeroporto di Tripoli, il governo guidato da Sarraj ha dato inizio alla controffensiva.

A darne l’ufficialità è stato il portavoce delle forze armate, il colonnello Mohamed Gounonou, che ha ribadito con fermezza che nessun colpo di stato sarà tollerato o permesso, e che l’esercito libico farà di tutto per garantire la sicurezza dei propri cittadini.

L’operazione è stata denominata “Vulcano di Rabbia” e avrà lo scopo di “ripulire la città” dagli aggressori.

Fonte: liberoquotidiano.it

Intanto, una fonta raccolta dall’Ansa a Tripoli, rivela che diversi missili sono già stati piazzati dall’esercito di Haftar a Garian, a circa 80 km in linea d’aria da Tripoli. La fonte rivela inoltre che alcuni razzi sono stati lanciati provocando la morte di una donna sulla strada Wadi El Rabie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA