Cinema

“L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”: il film sull’eterotopia italiana del ’68

“Bisogna pur correre dei rischi se vuoi cambiare il mondo” recita Giorgio Rosa ne “L’incredibile storia dell’isola delle rose“. Il suo personaggio è utopia e rivoluzione nell’Italia del 1968 e Sidney Sibilla ha voluto raccontarlo, trasformando la realtà in un film. Dopo “Smetto quando voglio“, la regista si cimenta in una pellicola dal sapore storico, in cui uno straordinario Elio Germano veste i panni dell’ingegnere dall’idea visionaria, realizzare un’isola al largo di Rimini.

Fuori dalle acque territoriali italiane Giorgio Rosa vuole creare una realtà fatta di un codice etico nuovo, in cui brilli la libertà individuale assoluta. Il suo rappresenta il sogno di una generazione, quello di cambiare lo stato delle cose. Non riuscendo a intervenire direttamente sulla realtà, decide di crearne una nuova. Quella che all’inizio può sembrare un’idea folle, trova, però, il consenso degli amici di sempre.

"L'incredibile storia dell'Isola delle Rose": il film sull'eterotopia italiana del '68
Immagine storica dell’isola delle Rose, 1968 – Photo Credits: Corriere Romagna

Cast e data d’uscita

L’ingegnere Giorgio Rosa progetta e realizza la sua isola felice con l’aiuto del suo amico Maurizio, interpretato da Leonardo Lidi, con l’appoggio di un misterioso naufrago, François Cluzet, e dell’animatore della movida romagnola, l’attore tedesco Tom Wlaschina. All’intero di questa banda trovano spazio anche due importanti donne. Da un lato c’è la ventenne romantica in cerca di un lavoro Violetta Zironi, e dall’altro la moglie del caro ingegnere Rosa, Gabriella, l’avvocatessa di diritto internazionale interpretata da Matilda De Angelis.

In un tempo in cui distinguersi sembrava poter essere la strada per il successo, la creazione eterotopica di questa dimensione parallela alla quotidianità italiana disturbava i poteri alti. L’Isola delle Rose ebbe, infatti, breve vita, e nel febbraio del 1969 lo Stato Italiano intervenne per la chiusura definitiva. Se pur l’idea appaia ancora oggi quasi fantascientifica, il film racconta la visione tanto razionale quanto poetica di un uomo. Sono state proprio queste caratteristiche a creare nel regista Sibilla l’urgenza di raccontare questa vicenda italiana. “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose” è una produzione internazionale Groenlandia e sarà disponibile sulla piattaforma Netflix a partire dal 9 dicembre.

Matilda De Angelis e Tullio Giordano ne "L'incredibile storia dell'Isola delle Rose" - Photo Credits: Cinefacts.it
Matilda De Angelis e Tullio Giordano ne “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose” – Photo Credits: Cinefacts.it

Marta Millauro

Seguici su

Facebook

Metropolitan Magazine

Instagram

Twitter

Back to top button